BORSE EUROPA - Indici deboli in avvio, prevale prudenza

giovedì 19 novembre 2009 10:08
 

                               indici              chiusura
                           alle  9,55     var%      2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.901,68    -0,24    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.025,30    -0,18      831,97
DJ Stoxx banche          234,20    -0,09      149,51
DJ Stoxx oil&gas         325,50    +0,22      264,50
DJ Stoxx tech            185,39    -0,55      152,86
---------------------------------------------------------------
 PARIGI, 19 novembre (Reuters) - Le borse europee appaiono
deboli in questo avvio di giornata, all'indomani di una seduta
che ha visto ritoccare i massimi intra-day degli ultimi 13 mesi
per poi ripiegare e chiudere in negativo.
 Pesano sulla seduta anche la sessione negativa di ieri a
Wall Street e l'andamento delle borse asiatiche.
 Intorno alle 9,55 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 è in calo
dello 0,24%, dopo aver perso ieri lo 0,3%. Lievemente negative
anche le singole piazze, con il Ftse 100 .FTSE londinese a
-0,15%, il Cac-40 francese .FCHI a -0,32% e il Dax tedesco
.GDAXI a -0,07%.
 Tra i titoli in evidenza:
 * Cade DANONE (DANO.PA: Quotazione), peggior titolo sul listino
principale di Parigi a -5,2%, dopo aver annunciato un ritocco
verso il basso degli obiettivi di crescita del fatturato da qui
al 2012.
* Nel comparto del largo consumo bene a +2,2% RECKITT
BENCKISER (RB.L: Quotazione), che ieri voci di stampa davano vicina a
chiudere un'operazione da diversi miliardi di sterline per
l'acquisto dell'americana Colgate-Palmolive (CL.N: Quotazione).
 * In netto calo i minerari e le materie prime, con l'indice
di settore  che cede oltre l'1,5%. Tra i peggiori titoli
ANTOFAGASTA a -2,6%, RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) a -2,3%, FRESNILLO
(FRES.L: Quotazione) e ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione) a -2,4%, XSTRATA XTA.L a
-2,1%.
 * Vola tra gli informatici la francese BULL BUL.PA, a
+8,7% dopo aver rivelato di essere in trattativa per
l'acquisizione della connazionale specialista in sistemi ad alta
sicurezza Amesys, in un'operazione valutata intorno ai 105
milioni di euro.
 * Deboli le banche  a -0,2%. Sul settore pesano i
dubbi sollevati dal maxi-aumento di capitale da 7,52 miliardi di
euro DI Mitsubishi Financial (8306.T: Quotazione), ma crescono le
britanniche LLOYDS (LLOY.L: Quotazione) e RBS (RBS.L: Quotazione), entrambe a +1,2%.
* Nel settore telco piatto a livello europeo (stoxx  a
+0,03%) si distingue il +3,5% di TELEKOM AUSTRIA (TELA.VI: Quotazione), che
ieri sera ha definito "possibile" un buyback nel 2010 e
stamattina è stata inserita nella "conviction buy" list da
Goldman Sachs.