BORSE EUROPA - Indici in rialzo dopo manovra Fed su titoli stato

giovedì 19 marzo 2009 09:29
 

                               indici              chiusura
                              alle 9,20    var%        2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.037,56    +0,91    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        715,23    +0,61      831,97
DJ Stoxx banche          119,83    +2,32      149,51
DJ Stoxx oil&gas         249,22    +0,14      264,50
DJ Stoxx tech            147,84    +0,07      152,86
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 19 marzo (Reuters) - Le borse europee si mettono in
moto con ottimismo, accogliendo le notizie arrivate nella notte
da Wall Street.
 Sono saliti i listini americani, è arrivato l'annuncio di
acquisto di Treasuries a lunga scadenza che gli analisti
indicavano come possibile senza scommetterci troppo.
 Sono ora sul piatto altri 1.000 miliardi, messi in campo
dalla banca centrale: 300 miliardi serviranno per l'acquisto di
titoli di stato, per dare nuova liquidità agli Stati Uniti, alle
prese con consistenti pacchetti di stimolo all'economia.
 "La mossa della Fed è stata salutata molto positivamente in
quanto, attraverso l'acquisto di Treasuries a lunga scadenza, la
banca centrale spera di abbassare altri tassi chiave di
interesse legati al mercato obbligazionario, alleggerendo il
flusso del credito", commenta un analista di IG Markets in una
nota.
 Sul fronte macroeconomico arriveranno nel pomeriggio i dati
sulle richieste settimanali di sussidi di disoccupazione
americani.
 Intorno alle 9,20 l'indice paneuropeo FtseEurofirst 300
.FTEU3 sale dello 0,6%. L'indice ha perso da inizio anno il
14,6%, ma si è rialzato del 10,1% rispetto ai minimi storici
toccati il 9 marzo.
 Tra le singole borse Londra .FTSE segna un +0,78%, Parigi
.FCHI +0,83% e Francoforte .GDAXI +0,75%.
 Tra i titoli in evidenza:
 * Corrono i finanziari, con in testa UNICREDIT (CRDI.MI: Quotazione)
(+8,5%), al secondo giorno consecutivo di rally. Bene anche
ALLIED IRISH BANKS (ALBK.I: Quotazione) a +7,7%, ROYAL BANK OF SCOTLAND
(RBS.L: Quotazione) a +2,6%, BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) a +5,52% e SOCIETE' GENERALE
(SOGN.PA: Quotazione) a +5,43%.
 * UBS UBSN.VX guadagna oltre il 5% dopo avere detto di
volere fare un riacquisto di obbligazioni per un miliardo di
euro.
 * L'assicuratore inglese PRUDENTIAL (PRU.L: Quotazione) ha battuto le
previsioni con una crescita del 17% nei profitti 2008, grazie
all'aumento delle operazioni asiatiche, facendo balzare il
titolo del 10%.
 * COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione) sale del 2,7%, nonostante, secondo
una fonte, la Commissione europea stia mettendo in discussione
il suo salvataggio da parte del governo tedesco.
 * Il fornitore di carte di credito francese GEMALTO GTO.PA
sale del 4,5% sull'aumento degli utili 2008 e le previsioni su
una crescita dei profitti nel 2009.
 * Il gruppo del lusso francese HERMES (HRMS.PA: Quotazione) affronta la
crisi a testa alta, registrando nel 2008 risultati in rialzo
dell'8,4%, sopra le attese, e aumentando leggermente il
dividendo. Il titolo sale del 6%.
 * L'operatore telefonico sulla banda larga ILLIAD (ILD.PA: Quotazione)
ha chiuso il 2008 con un Ebitda in linea con le attese e ha
previsto un risultato netto 2009 in forte aumento, facendo
salire il titolo dello 0,6%.
 * Il gruppo aerospaziale europeo EADS EAD.PA ha ottenuto
un contratto per la sorveglianza delle frontiere dall'Arabia
Saudita, per un valore di 1 miliardo di dollari. Il titolo
guadagna quasi l'1,5%.