BORSE EUROPA - Indici riducono perdite con WS, rimbalzo greggio

martedì 18 novembre 2008 16:08
 

                                indici               chiusura
                               alle 16,00     var%      2007
--------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.364,22     -0,61    4.395,61
FTSEurofirst300 .FTEU3        835,85     -0,31    1.506,61
DJ Stoxx banche          155,52     -4,51      424,26
DJ Stoxx oil&gas         277,48     +1,52      442,02
DJ Stoxx tech            150,69     +0,76      304,27
--------------------------------------------------------------
 LONDRA, 18 novembre (Reuters) - Le borse europee si
mantengono poco sotto la parità dopo aver ridotto le perdite
incoraggiate dalla partenza positiva di Wall Street e da un
recupero delle quotazioni del greggio che sostiene i titoli
petroliferi.     
 Oltreoceano l'indice Dow Jones .DJI avanza dello 0,5%,
l'S&P/500 .SPX dello 0,3% e il Nasdaq .IXIC dello 0,2% poco
prima delle 16,00.
 Alla stessa ora il Cac 40 parigino .FCHI è piatto mentre
il Ftse londinese .FTSE scende di 0,2% e l'indice della Borsa
di Francoforte .GDAXI dello 0,3%.
 A livello settoriale il comparto bancario si conferma quello
più penalizzato con il relativo Stoxx  in calo di oltre
il 4%. Tra i grandi del credito europeo Bnp Paribas (BNPP.PA: Quotazione)
scende di oltre l'8% al pari di Barclays (BARC.L: Quotazione). In mattinata
l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300 ha toccato un minimo da
fine ottobre appesantito dalle perdite dei finanziari.
 Sfiora un rialzo del 2% l'indice DJ Stoxx Oil&Gas, sostenuto
dai progressi di BP (BP.L: Quotazione), Royal Dutch Shell (RDSa.AS: Quotazione) e Repsol
(REP.MC: Quotazione).
 Le quotazion petrolifere si sono riportate saldamente sopra
i 55 dollari al barile sulla prima scadenza dei futures.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Il titolo della compagnia low-cost britannica EasyJet
(EZJ.L: Quotazione) scende dell'11% dopo essere arrivato a perdere oltre il
20% in seduta a causa del rifiuto di approvare i conti dell'anno
da parte del fondatore e di Stelios Haji-Iannou, azionista con
una quota del 27%. Stelios ha detto di non condividere alcune
pratiche di contabilizzazione relative alla recente acquisizione
di GB Airways. Sulla low-cost pesa anche l'incertezza sulle
prospettive nonostante la previsione di una conferma dell'utile
nei 12 mesi a settembre 2009.
 * La tedesca Infineon (IFXGn.DE: Quotazione) riduce la flessione ma
resta in lettera in controtendenza rispetto all'indice DJ Stoxx
del comparto tecnologico europeo  che segna un progresso
dell'1% circa. Secondo un trader il produttore di chip potrebbe
risentire della stima dell'associazione di settore World
Semiconductor Trade Statistics di un calo del mercato mondiale
dei semiconduttori del 2,2% nel 2009. In maggio l'attesa era di
un'espansione del 5,8%.
 * Burberry Group (BRBY.L: Quotazione) scende dell'8% circa, dimezzando
una flessione giornaliera che ha sfiorato il 19%. Il gruppo del
lusso britannico ha definito difficili le condizioni di mercato
dell'ultimo mese e mezzo, avvertendo che i profitti dell'intero
anno potrebbero essere intaccati se i trend attuali
proseguiranno invariati.
 * La catena di negozi britannica Carphone Warehouse CPW.L
affonda del 16%, in recupero peraltro dai minimi giornalieri,
dopo aver definito le attuali prospettive di mercato le più dure
mai fronteggiate.