BORSE EUROPA - Indici in negativo, pesano banche e minerari

martedì 18 novembre 2008 10:28
 

                                indici               chiusura
                               alle 10,15     var%      2007
--------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.313,31     -2,18    4.395,61
FTSEurofirst300 .FTEU3        821,62     -1,89    1.506,61
DJ Stoxx banche          154,71     -5,00      424,26
DJ Stoxx oil&gas         269,40     -1,44      442,02
DJ Stoxx tech            148,16     -1,03      304,27
--------------------------------------------------------------
 LONDRA, 18 novembre (Reuters) - Le borse europee esauriscono
immediatamente il tentativo di rimbalzo delle prime battute
prendendo con decisione la strada del ribasso, ancora vittime
dei timori per l'economia.
 A livello settoriale pesano in particolare le banche, con lo
Stoxx di settore in calo del 5%. HSBC (HSBA.L: Quotazione) e Banco Santander
(SAN.MC: Quotazione) accusano perdite nell'ordine del 5% mentre per BNP
Paribas (BNPP.PA: Quotazione) e Dexia (DEXI.BR: Quotazione) i cali arrivano a circa il
10%.
 Lettera anche sui minerari (-4,7% l'indice settoriale) sulla
scia della flessione del prezzo del rame.
 Intorno alle 10,15 sui singoli mercati europeo il Ftse
inglese .FTSE cede il 2,25%, il Cac-40 .FCHI il 2,34% e il
Dax tedesco .GDAXI l'1,93%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * La compagnia assicurativa olandese AEGON (AEGN.AS: Quotazione)
(AEG.N: Quotazione), che ha richiesto il supporto del governo Usa per 1
miliardo di dollari, perde oltre il 7%.
 * In controtendenza ALCATEL-LUCENT ALUA.PA, che sta
trattando in esclusiva insieme al produttore francese di
velivoli DASSAULT AVIATION (AVMD.PA: Quotazione) per rilevare una
partecipazione del 20,8% nella società di radar THALES (TCFP.PA: Quotazione)
a 38 euro per azione. Alcatel guadagna il 2,4% mentre Thales,
partita in grande spolvero, si sgonfia e cede lo 0,9%.
 * Nel comparto minerario LONMIN (LMI.L: Quotazione) lascia sul terreno
più dell'11% dopo che l'AD ha detto di aspettarsi prospettive di
mercato impegnative e di non vedere una ripresa sostanziosa dei
prezzi dei metalli fino almeno al 2010.
 * DEUTSCHE TELEKOM (DTEGn.DE: Quotazione) arretra del 3% sulla scorta
dei downgrade di Deutsche Bank e Goldman Sachs, che hanno citato
motivi di valutazione del titolo che di recente ha messo a segno
buone performance nel suo settroe.
 * Lettera anche su DEUTSCHE BOERSE (DB1Gn.DE: Quotazione), -3,3% tra
voci secondo cui i fondi TCI e Atticus, che insieme hanno in
mano il 19,3% della società mercato tedesca, potrebbero decidere
di disinvestire dopo il fallimento del loro tentativo di
implementare un cambio di strategia.