BORSE EUROPA - Indici in calo circa 2% per timori su ripresa

lunedì 17 agosto 2009 15:46
 

                               indici             chiusura
                             alle 15,30    var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50    2.284,38    -1,73     2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        923,84    -1,82      831,97
DJ Stoxx banche          215,52    -2,47      149,51
DJ Stoxx oil&gas         287,77    -1,61      264,50
DJ Stoxx tech            174,91    -1,05      152,86
---------------------------------------------------------------
  MILANO, 17 agosto (Reuters) - Le piazze europee confermano
l'inizio negativo e rimangono su perdite intorno al 2%. Non
bastano i dati positivi dell'indice Empire State Usa
sull'attività manifatturiera a risollevare le sorti di una
giornata iniziata male sulla piazze asiatiche per poi proseguire
con il trend negativo in Europa.
 A frenare gli indici è stata la scomparsa dell'ottimismo
della settimana scorsa su una ripresa già in  atto: i dati
sull'inflazione eruopea e la fiducia dei consumatori Usa ancora
bassa di venerdì hanno svegliato gli investitori dal sogno di
una marcia trionfale verso il recupero e gettato nel panico gli
indici.
 Con le azioni scendono anche i prezzi delle materie prime e
in particolare del petrolio che è tornato sulle quotazioni di
luglio, sotto i 67 dollari al barile.
 Tra i settori si distingue il minerario, trainato dal crollo
delle materie prime,  che segna un perdite oltre il 3,5%. In
evidenza ancora una volta Rio Tinto (RIO.L: Quotazione), oltre il -5%, e
Anglo American (AAL.L: Quotazione).
 Oltre il 3% rosso anche il settore auto, trainato da
Volkswagen (VOWG.DE: Quotazione) e quello real estate, spinto a fondo dalla
aziende inglesi.
 Alle 10,15 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde l'1,81%. Tra
le singole piazze l'inglese Ftse .FTSE cede l'1,55%, il
tedesco Dax .GDAXI l'1,73% e il francese Cac 40 .FCHI il
2,03%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 
 * Cede complessivamente il 2,5%% lo stoxx dei bancari
, gravato dai cali di BANK OF IRELAND (BKIR.I: Quotazione) a -5,2%,
LLOYDS (LLOY.L: Quotazione) a -3,4%, BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) a -3,7%, DT POSTBANK
DPBGn.DEALLIED IRISH BANK (ALBK.I: Quotazione) a -7% e BANCO SANTANDER
(SAN.MC: Quotazione) a -2,8%.


 * Cedono le tedesche coinvolte nell'energia solare QCELLS
QCEG.DE (-5,2%) e SOLARWORLD SWVG.DE (-3,6%), dopo che il
Financial Times in edizione tedesca ha pubblicato un articolo in
cui si delinea la minaccia aggressiva delle concorrenti
asiatiche in questo settore.
 * Crolla a -6,5% il costruttore inglese BARRAT DEVELOPMENTS
(BDEV.L: Quotazione), dopo un articolo del Mail on Sunday di ieri che
anticipa un fabbisogno di 500 milioni di sterline per la società
nel momento in cui verrà pubblicato il risultato dell'anno
fiscale a settembre.
 * VOLKSWAGEN (VOWG.DE: Quotazione) dopo aver toccato anche il -9% si
assesta su perdite intonro al 6% , dopo aver subito il
downgrading a "neutral" da "overewight" da parte di Hsbc. Non ha
giovato la notizia che il fondo Qatar Holdings investirà oltre 7
miliardi di euro in un pacchetto azionario equivalente al 10% di
Porsche (PSHG_p.DE: Quotazione) e options Volkswagen regolate tramite
contanti. Una notizia, quella araba, che galvanizza il titolo
Porsche che cresce del 6% in controtenedenza con le peridte del
settore  in calo di oltre il 3%.
 * THYSSENKRUPP (TKAG.DE: Quotazione) perde il 2,2%. L'azienda sta
discutendo con un investitore di Abu Dhabin  la cessione
parziale o totale dei cantieri Blohm e Voss.