BORSE EUROPA-Indici vicini a parità un anno dopo Lehman

martedì 15 settembre 2009 10:12
 

                               indici              chiusura
                             alle 10,10   var%       2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.828,62    -0,02    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        991,72    -0,08      831,97
DJ Stoxx banche          228,46    -0,05      149,51
DJ Stoxx oil&gas         309,82    -0,08      264,50
DJ Stoxx tech            194,81    +0,08      152,86
---------------------------------------------------------------
  MILANO, 15 settembre (Reuters) - Le borse europee in
mattinata scambiano vicine alla parità, dopo il brusco calo
della vigilia che ha fatto scivolare gli indici dai massimi ad
11 mesi toccati venerdì.
 "Generalmente la ripresa è stata un po' veloce e le
valutazioni non sono più così positive ma sono diventate più
appropriate", commenta lo strategist capo di Commerzbank
Hans-Jurgen Delp.
 Tra i settori in maggiore spolvero i minerari ,
sostenuti dai rialzi dei metalli, e il comparto tech .
 In calo invece gli energetici  che fenano mentre il
greggio CLc1 cede 32 cent e passa di mano a 68,62 dollari al
barile negli scambi in Europa. Frenano anche banche  e
assicurativi .
 Intorno alle 10,00 l'indice europeo FTSEurofirst è piatto a
a 991,28 punti. L'indice ha guadagnato il 19,4% nel corso del
2009, crescendo del 54% dal minimo toccato a marzo, ma è ancora
in calo del 14,5% dai livelli di settembre 2008 prima del
collasso di Lehman Brothers, un anno fa.
 L'inglese Ftse 100 .FTSE cede lo 0,07%, il tedesco Dax
.GDAXI lo 0,19% e l'indice francese Cac 40 .FCHI lo 0,18%.


 I titoli in evidenza oggi:
 
 * Migliori del listino i minerari , che avanzano sui
prezzi delle commodity in crescita. Spiccano BHP BILLITON
(BLT.L: Quotazione), XSTATA XTA.L,  ANTOFAGASTA (ANTO.L: Quotazione), EURASIAN NATURAL
RESOURCES ENRC.L che avanzano tra lo 0,4 e l'1,13%.
 
 * EDF (EDF.PA: Quotazione) (+6%) è il titolo migliore de listino, mentre
si profilano accordi tra Parigi e Bruxelles per la
liberalizzazione del mercato dell'elettricità alla concorrenza.
 
 * AIR FRANCE (AIRF.PA: Quotazione) sale del 3,78% dopo che BofA -
Merrill ha avviato la copertura del titolo con il giudizio
"buy".
 
 * Sugli scudi BT Group (BT.L: Quotazione) (+3,04%) dopo che Credit
Suisse ha alzato il rating a "outperform" da "neutral" e portato
il target price a 170 pence. Il comparto tlc  avanza
dello 0,36%.
 
 * In spolvero DUNELM (DNLM.L: Quotazione), che vola del 12% dopo aver
riportato un balzo del 16,1% nella vendite nelle 10 settimane
fino al 12 settembre. Cazenove ha alzato il rating della catena
che vende arredamento a "outperfom" da "in-line".
 * In rosso invece gli assicurativi , appesantiti da
ING ING.AS dopo che un giornale olandese ha scritto che la
Commissione Europea non è pronta ad approvare un portafoglio di
prestiti da 22 miliardi di euro tra la società e il governo
olandese. KBC ha rivisto il giudizio sulla società a "reduce".
 
 * Sul fronte dei ribassi SMITHS GROUP (SMIN.L: Quotazione) che cede
l'1,7% dopo che Morgan Stanley ha tagliato il rating della
società di progettazione a "equal-weight" da "overweight" e
alzato il target price a 850 da 825 pence.
 
 * In calo del 7,53% la società attiva nel comparto legname
BOIS SAUVAGE (CBOS.BR: Quotazione), dopo che è stata indagata per insider
trading nell'affare FORTIS  FOR.BR e l'arresto del suo AD Guy
Paquot la scorsa settimana.