BORSE EUROPA - Indici in calo su minerari e petroliferi

lunedì 15 giugno 2009 10:03
 

                                indici             chiusura
                             alle 9,45    var%      2008
---------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.465,07    -1,76    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        870,00    -1,78      831,97
DJ Stoxx banche          186,56    -1,67      149,51
DJ Stoxx oil&gas         299,07    -2,31      264,50
DJ Stoxx tech            173,40    -1,19      152,86
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 15 giugno (Reuters) - Borse europee in calo in avvio
seduta sulla scia delle perdite sui mercati asiatici e sui
ribassi dei titoli energetici e delle materie prime che soffrono
dei prezzi più bassi delle commodity.
  In particolare con le flessioni delle quotazioni di rame e
di altri metalli registrano perdite tra il 1% il 5% Anglo
American (AAL.L: Quotazione), BHP Billiton (BLT.L: Quotazione), Rio Tinto (RIO.L: Quotazione),
Vedanta Resources (VED.L: Quotazione).
 "C'è stato un forte rally, e adesso ci troviamo nei mesi
stagionalmente più deboli. Nonostante questo possiamo vedere dei
movimenti positivi entro fine anno", commenta Bernard McAlinden,
investment strategist a NCB Stockbrokers.
 Intorno alle 9,45 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede
l'1,8% circa, mentre, sulle singole piazze, il Ftse 100 .FTSE
e il Cac-40 .FCHI arretrano del 2% e il Dax .GDAXI del 2,1%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * La svizzera HOLCIM HOLN.VX, secondo produttore di
cemento al mondo, cede l'1,9% circa dopo l'annuncio
dell'intenzione di rilevare le attività australiane della
messicana Cemex (CX.N: Quotazione) per 1,64 miliardi di dollari e di
lanciare un aumento di capitale per acquisire le risorse per
l'operazione.
 * LONMIN LMI.MI, il terzo produttore al mondo di platino,
scivola di oltre il 7% dopo l'annuncio della chiusura della
fornace numero 1, ieri, per un guasto alla produzione.
 
 * AIR FRANCE-KLM (AIRF.PA: Quotazione) perde quasi il 5% dopo la
bocciatura di Citigroup a "hold" da "buy" sui dati del traffico
aereo di maggio peggiori delle attese.
 * TOM TOM (TOM2.AS: Quotazione) in calo di oltre il 5% ad Amsterdam
sull'annuncio di un aumento di capitale da 430 milioni di euro
per ripagare parte del debito.
 
 * La tedesca METRO (MEOG.DE: Quotazione), unico titolo positivo
dell'indice delle blue chip DAX, sale del 2% sull'upgrade di
Credit Suisse a "outperform" da "neutral" con un target price
alzato a 46 da 36 euro.