BORSE EUROPA -Indici in profondo rosso su scia WS, pesano banche

mercoledì 14 gennaio 2009 16:52
 

                                indici              chiusura
                              alle 16,40   var%      2008
----------------------------------------------------------------
DJ EuroStoxx 50 .STOXX50E   2.282,33     -5,35    2.451,48
FTSEurofirst300 .FTEU3        797,48     -5,10      831,97
DJ Stoxx banche          139,01     -9,38      149,51
DJ Stoxx oil&gas         251,69     -5,68      264,50
DJ Stoxx tech            148,64     -4,88      152,86
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 14 gennaio (Reuters) - Le borse europee avanzano in
profondo rosso zavorrate dalle banche e dall'andamento negativo
di Wall Street, con l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 in calo di oltre il 5%, ai minimi dall'inizio di
dicembre.
 A pesare sui mercati sono stati i dati nettamente inferiori
alle attese delle vendite al dettaglio di dicembre negli Stati
Uniti.
 Secondo il dipartimento del commercio americano il mese
scorso le vendite sono scese del 2,7% contro la previsione degli
analisti di un calo dell'1,2%, facendo fuggire gli investitori
verso i più sicuri titoli di stato.
 Sul Vecchio Continente cadono in picchiata le banche sui
timori dell'impatto della crisi sui loro bilanci, con l'indice
 in calo di oltre il 9% sulla stima di Morgan Stanley di
un dimezzamento del dividendo di HSBC (HSBA.L: Quotazione) che potrebbe
anche aver bisogno di un aumento di capitale da 30 miliardi di
dollari.
 In brusco calo del 9% anche i minerari , colpiti dal
crollo dei prezzi delle materie prime in un periodo di
recessione e di conseguente rallentamento della domanda.
 In uno scenario cupo non si salvano neanche i titoli
energetici, in calo di oltre il 5%, con il derivato Usa sul
greggio CLc1 che perde intorno alle 16,40 1,34 dollari a 36,46
dollari al barile, mentre il Brent inglese LCOc1 cede 42
centesimi a 44,36 dollari al barile.
 Tra i singoli listini il britannico Ftse .FTSE perde il
6,28%, il Cac 40 francese .FCHI il 5,06% e il Dax tedesco
.GDAXI il 4,92%.
 
 I titoli in evidenza oggi:
 
 * La società edile spagnola SACYR VALLEHERMOSO SVO.MC è in
trattative per vendere una quota del 20% nella società
petrolifera Repsol YPF (REP.MC: Quotazione) alla cinese Sinopec.
 Nonostante le due società si siano rifiutate di commentare,
entrambi i titoli registrano perdite comprese tra l'1 e il 2%.
     
 * DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione) cede l'8,24% dopo aver annunciato
a sorpresa  una chiusura del quarto trimestre del 2008 con una
perdita di circa 4,8 miliardi di euro.
 La banca tedesca ha attribuito il risultato negativo
all'erosione degli utili delle attività di trading provocata
delle difficoltà dei mercati finanziari.
 
 * HSBC (HSBA.L: Quotazione) continua il rally al ribasso, perdendo
l'11,6%, dopo la previsione di Morgan Stanley su un possibile
aumento di capitale da 30 miliardi di dollari e di un
dimezzamento del dividendo, sull'attesa di un deterioramento
degli utili peggiore delle aspettative.
 
 * SIEMENS (SIEGn.DE: Quotazione) scivola dell'11,93% dopo aver
anticipato ieri notte previsioni negative per il biennio
2009-10.
 Secondo una nota distribuita dalla società telefonica,
l'outlook per il 2008/09 e 2009/10 sarebbe sottotono.
     
 * A Zurigo TEMENOS (TEMN.S: Quotazione) continua a scendere, cedendo
oltre il 27%. La società di fornitura di software bancario ha
avvertito che i risultati 2008 potrebbe risultare inferiori alla
guidance fornita.