BORSE EUROPA- Indici in calo,attesa dato payrolls Usa,giù banche

venerdì 2 settembre 2011 09:45
 

                             indici               chiusura
                           alle 9,40    var.%      2010
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.265,38     -1,75    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3        959,56     -1,42    1.121,67 
Stoxx banche             141,40     -2,07     196,31 
Stoxx oil&gas            289,16     -1,28     332,58 
Stoxx tech               187,51     -1,24     215,82 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 2 settembre (Reuters) - L'azionario europeo è in
calo in apertura sui timori legati al dato dei nuovi occupati
negli Stati Uniti atteso per il primo pomeriggio. 
 La preoccupazione è che il dato possa mettere in evidenza la
fragilità della ripresa e segnalare che gli Usa si avviano alla
recessione. 
 "Penso che il dato sarà peggiore delle attese. Potrebbe
essere una scossa per il mercato e i prezzi delle azioni
potrebbero andare giù ancora", spiega Ken De Leus di KBC
Securities. 
 "L'attesa di nuove misure di quantitative easing hanno
aiutato l'azionario nei giorni scorsi, ma alla fine il mercato
ha bisogno di uno scenario economico migliore che stimoli la
crescita e i risultati delle società", aggiunge.
 Poco dopo delle 9,30 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 e
l'Eurostoxx 50 cedono tra l'1,5% e il 2%. In linea i tre mercati
principali, Londra .FTSE, Francoforte .GDAXI e Parigi
.FCHI.
 
 I titoli in evidenza:
 * Deboli i bancari con lo stoxx di riferimento  che
cede quasi il 2%. Gli investitori restano cauti dopo che il New
York Times ha scritto che è pronta una causa contro le
principali banche Usa da parte dell'agenzia che vigila sui
mercati dei mutui. 
 * ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione) cede oltre il 3% ed è uno dei peggiori
performer a Londra dopo che il suo farmaco chiave contro il
colesterolo non è riuscito a battere quello della rivale Pfizer
in uno studio clinico comparativo. 
 * Poco mossa SAP (SAPG.DE: Quotazione) nonostante un giudice americano
abbia ribaltato un precedente verdetto che prevedeva un
risarcimento da 1,3 miliardi di dollari a favore di Oracle.