BORSE EUROPA - Pesanti ribassi, FTEurofirst e Dax ai minimi 2002

giovedì 18 agosto 2011 16:25
 

 LONDRA, 18 agosto (Reuters) - Si allargano le perdite su
tutte le piazze europee, dopo la diffusione di dati deludenti
sull'economia Usa e l'apertura in netto calo di Wall Street.
 Secondo le statistiche, a luglio l'inflazione è salita più
del previsto, mentre le richieste di sussidi di disoccupazione
negli Usa sono aumentate nell'ultima settimana.
 Alle ore 16,15 italiane, l'indice FTSEurofirst300 .FTEU3
cede il 5%. Dall'inizio del mese la perdita è stata di quasi il
15%, la più ampia registrata dal settembre 2002.
 Non va meglio sui singoli listini. A Londra il FTSE 100
.FTSE cede il 4,7%. Il Dax di Francoforte .GDAXI segna un
rosso a -6%, anche in questo caso con un -22% circa il peggiore
calo mensile dal settembre 2002. Il Cac 40 di Parigi .FCHI
arretra del 5,35%. L'Ibex di Madrid .IBEX lascia sul campo il
5,75%.
 A Milano il FTSE Mib .FTMIB perde oltre 6 punti
percentuali.
 In difficoltà gran parte dei comparti:
 * Nell'automotive  FIAT FIA.MI arretra di oltre 10
punti percentuali. L'intero paniere perde oltre 6,5 punti
percentuali.
 * Tra i bancari , in calo di un complessivo 7,5%,
annaspano sotto il -10% BARCLAYS (BARC.L: Quotazione), COMMERZBANK
(CBKG.DE: Quotazione), DEXIA (DEXI.BR: Quotazione), ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione),
SOCIETE GENERALE (SOGN.PA: Quotazione), LLOYDS (LLOY.L: Quotazione).
 * Tra le società minerarie e materie prime , molto
negative NYRSTAR (NYR.BR: Quotazione), XSTRATA XTA.L. Dato complessivo a
-7,4%.
 * Le costruzioni  indietreggiano a -7,5%, con
BOSKALIS (BOSN.AS: Quotazione) e FLSMIDTH (FLS.CO: Quotazione) abbondantemente in doppia
cifra.
 * Conglomerate industriali  -a 6,3% con FIAT
INDUSTRIAL FI.MI a -11%.
 * Tecnologici  con perdite oltre il 6,5%. TEMENOS
(TEMN.S: Quotazione) in doppia cifra negativa.