BORSE EUROPA - Indici negativi, greggio pesa su titoli energia

martedì 9 agosto 2011 12:12
 

                            indici                chiusura
                          alle 11,50      var.%       2010
-------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.161,10      -1,72    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3        918,04      -1,95    1.121,67
Stoxx banche             143,75      -2,30      196,31
Stoxx oil&gas            267,88      -2,70      332,58
Stoxx tech               167,99      -1,36      215,82
 ------------------------------------------------------------
 
 LONDRA, 9 agosto (Reuters) - Borse europee in netto ribasso
dopo una partenza incerta, trascinate dai titoli del settore
energia che perdono terreno sulla scia del greggio.
 Il mercato continua a calare sui timori per una recessione
globale, a causa dei problemi sul debito di Europa e Stati
Uniti. Le piazze europee hanno fatto un tentativo di rimbalzo in
apertura che però è durato poco.
 Il mercato guarda al Fomc della Federal Reserve di oggi in
attesa di avere indicazioni sulla possibilità di nuove misure di
stimolo dell'economia.
 I dati sull'inflazione cinese, più forti delle previsioni,
hanno poi sollevato ulteriori preoccupazioni.
 Positivo invece il ribasso dei rendimenti dei titoli di
Stato italiani e spagnoli, sulle attese di nuovi acquisti da
parte della Banca centrale europea. 
 Intorno alle 11,50, sui singoli listini, Francoforte
.GDAXI segna -3,59%, Parigi .FCHI -1,25%, Madrid .IBEX 
-1,45%, Milano .FTMIB -1,14%, Londra .FTSE -2,05%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * I titoli del settore calano con il greggio che lascia sul
terreno oltre due dollari. ROYAL DUTCH SHELL (RDSa.AS: Quotazione) perde
oltre il 3%, TOTAL (TOTF.PA: Quotazione) cala del 2,7%. L'indice oil&gas
sullo Stoxx  segna -2,7%.
 * ROCKHOPPER (RKH.L: Quotazione) balza del 27% dopo notizie positive
sulla scoperta di greggio nelle isole Falkland.
 * INTERCONTINENTAL HOTELS (IHG.L: Quotazione) sale del 3,8%, dopo le
previsioni positive. Panmure Gordon e Numis Securities hanno
ribadito il rating "buy" con un target a 1.650 pence.
InterContinental, che gesticse oltre 4.400 hotel, ha realizzato
utile operativo in rialzo del 23% a 269 milioni di dollari,
meglio del consensus pari a 256 milioni.