BORSE EUROPA -Indici giù su stallo debito Usa, Moody's su Spagna

venerdì 29 luglio 2011 10:26
 

                            indici                chiusura
                          alle 10,10    var.%        2010
-------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.660,48      -1,20    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.079,46      -0,90    1.121,67
Stoxx banche             171,34      -1,99      196,31
Stoxx oil&gas            326,78      -1,04      332,58
Stoxx tech               202,10      -0,79      215,82
 ------------------------------------------------------------
PARIGI, 29 luglio (Reuters) - Borse europee in forte calo a
inizio seduta, estendendo i ribassi accumulati nel corso della
settimana, dopo il nuovo fallimento delle trattative tra
democratici e repubblicani per l'innalzamento del tetto del
debito Usa che alimenta i timori di default della maggiore
economia del mondo. 
 La propensione al rischio degli investitori è scemata anche
sulla scorta di una serie di risultati societari deludenti e
della decisione di Moody's di mettere sotto osservazione il
debito spagnolo per un possibile downgrade.
 Intorno alle 10,10 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 scende dello
0,9%. Tra le singole piazze Londra .FTSE scende dello 0,78%,
Francoforte .GDAXI cede lo 0,86% e Parigi .FCHI l'1,02%.
 L'indice spagnolo IBEX 35 .IBEX perde l'1,55% dopo
Moody's.
 "Stiamo accumulando un inaspettato numero di profit warning
da società che apparivano solide e il mercato non ha pietà",
dice un trader di Kepler Capital Markets. "Il mercato è scosso
per la crisi del debito in corso su entrambe le sponde
dell'Atlantico, ma nello stesso tempo gli indici non appaiono in
territorio di ipervenduto, per cui c'è ancora spazio per
scendere. Questa non è ancora la disfatta", conclude.
 
 I titoli in evidenza: 
 * Soffrono i titoli bancari, con l'indice di settore in calo
del 2%. In Spagna l'indice del comparto  perde il
2,8%, come il BANCO SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) e BBVA (BBVA.MC: Quotazione). Moody's
ha annunciato di aver messo sotto osservazione il rating Aa2
della Spagna per un possibile downgrade, prospettando un
eventuale declassamento di un notch, a causa della accresciuta
vulnerabilità delle finanze pubbliche. L'agenzia di rating vede
inoltre rischi di una crescita sostenuta dei costi di
finanziamento.
* Tra le banche soffre anche CREDIT AGRICOLE (CAGR.MI: Quotazione) dopo
il taglio di target price di Kepler. Ieri sera la banca francese
più esposta alla Grecia tramite la filiale Emporiki CBGr.AT ha
stimato che le difficoltà di Atene potrebbero avere un impatto
negativo per 850 milioni sul secondo trimestre.
 * Sale invece con decisione VODAFONE (VOD.L: Quotazione) che ha
annunciato di voler remunerare gli azionisti con 2 miliardi di
sterline complessivi dopo aver ottenuto un dividendo dalla
partecipata Usa Verizon Wireless.
 * BSKYB BSY.L in lieve rialzo. Il broadcaster ha previsto
di distribuire agli azionisti 1 miliardo di sterline dopo i
buoni risultati annuali. I ricavi dell'esercizio 2010-2011 sono
saliti del 16%, più delle attese, a quasi 6,6 miliardi di
sterline; l'utile operativo è cresciuto del 23% a 1,07 miliardi.
 * In forte calo MICHELIN (MICP.PA: Quotazione) che ha alzato i target di
crescita delle vendite a fine anno sulle attese di un ritorno
del mercato a ritmi pre-crisi, malgrado l'impatto negativo nel
secondo trimestre delle attività in Giappone.
 * Scende EDF (EDF.PA: Quotazione), che ha confermato gli obiettivi per
l'anno dopo l'annuncio di utili core in crescita del 6,2% nel
primo semestre, grazie all'incremento della produzione di
energia da fonte nucleare in Francia e in Gran Bretagna.
 * In lieve ribasso PPR (PRTP.PA: Quotazione), nonostante vendite
semestrali e utili sopra le attese.