BORSE EUROPA - Indici in calo, cautela in attesa voto Grecia

lunedì 27 giugno 2011 10:21
 

                            indici                chiusura
                          alle 10,00      var.%       2010
-------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.705,24      -0,39    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.072,45      -0,16    1.121,67
Stoxx banche             176,40      -0,45      196,31
Stoxx oil&gas            310,76      -0,31      332,58
Stoxx tech               207,72      +0,20      215,82
 ------------------------------------------------------------
 LONDRA, 27 giugno (Reuters) - Si stabilizzano in territorio
negativo le borse europee, sui minimi da oltre tre mesi, dopo
una prima ora di contrattazione piurttosto voltatile, con
diverse oscillazioni degli indici attorno alla parità.
 È forte il clima di cautela che si respira sul mercato in
vista del volto del parlamento greco, in agenda per questa
setitmana, per l'approvazione del pesante e impopolare piano di
misure di rigore fiscale che l'Unione europea pretende prima di
proseguire con l'erogazione dei presititi al paese.
 Intorno alle 10,00 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo
0,16%. Tra le singole borse, Francoforte .GDAXI perde lo
0,39%, Parigi .FCHI lo 0,27% e Londra .FTSE lo 0,09%.
 "Gli investiotri sono altamente cauti, il voto d'austerità
greco è certamente un passaggio critico per il mercato" spiega
l'analista di Hargreaves Lansdown Keith Bowman. "Se viene
approvato si tirerà una boccata d'ossigeno, ma non credo che
necessariamente la questione greca sarà qualcosa che ci possiamo
lasciare alle spalle, la sensazione è che verrà giusto rimandata
di un altro giorno".
 Tra i settori più penalizzati in questo inizio di seduta c'è
quello chimico.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * AKZO NOBEL (AKZO.AS: Quotazione) guida la flessione del comparto
chimico, con un -8,2%, a seguito del 'profit warning' lanciato
dalla società che ha detto di prevedere un calo degli utili nel
secondo trimestre per effetto degli alti costi delle materie
prime e della debole domanda sui mercati maturi.
 * In flessione dell'1,2% ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione). Il farmaco
sperimentale per la cura del diabete, il Dapagliflozin, è
risultato nei test legato ad alcune forme tumorali.
 * Vendite anche nel comparto bancario: BNP PARIBAS (BNPP.PA: Quotazione)
perde l'1,4%, BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) l'1,5%, DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione)
lo 0,8%.
 * Qualche acquisto nel settore auto, con RENAULT (RENA.PA: Quotazione),
+0,2%, mentre PEUGEOT (PEUP.PA: Quotazione), passa in negativo, perdendo lo
0,4% dopo un'apertura di segno opposto.
 * Scivola del 20% il titolo del produttore britannico di
microchip WOLFSON MICRO WLF.L che ha ridotto le stime di
crescita per l'anno in corso a seguito dei risultati deludenti
di vendita dei principali clienti dell'azienda.