BORSE EUROPA - Indici in calo su intensificarsi timori Grecia

giovedì 16 giugno 2011 10:30
 

                            indici                chiusura
                          alle 10,15      var.%       2010
-------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.503,52      -0,26    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.085,07      -0,36    1.121,67
Stoxx banche             182,33      -0,42      196,31
Stoxx oil&gas            318,00      -0,39      332,58
Stoxx tech               210,47      -0,89      215,82
 ------------------------------------------------------------
 LONDRA, 16 giugno (Reuters) - Le Borse europee ampliano le
perdite registrate ieri, sull'intensificarsi delle
preoccupazioni per la situazione del debito del greco e per
l'eventualità di un contagio.
 Dopo un'avvio in forte calo, il comparto bancario riesce a
limitare il ribasso allo 0,4% , mentre i minerari perdono
lo 0,9% .
 "C'è abbastanza panico sul mercato e si parla di un effetto
Lehman di contagio se la Grecia fallisse", spiega Markus Huber,
senior trader di ETX Capital.
 Il membro del consiglio della Bce, Nout Wellink,  in
un'intervista a un quotidiano olandese, ha detto che un nuovo
pacchetto di aiuti alla Grecia si porterebbe dietro una serie di
incertezze e di rischi tali da rendere necessario un raddoppio
del fondo al fine di prendere in considerazione i rischi di
contagio.
 Ad Atene, ieri il premier George Papandreou ha detto che
formerà oggi un nuovo governo per ottenere la fiducia della
maggioranza nel tentativo di procedere con le misure di
austerità, mentre le proteste contro i provvedimenti stanno
diventando violente.
 Intorno alle 10,15 il FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo
0,36% circa. Tra le singole borse, Londra .FTSE perde lo
0,61%, Parigi .FCHI lo 0,73%, Francoforte .GDAXI lo 0,46%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * La produttrice di gru tedesca DEMAG D9CGn.DEb guadagna
oltre il 2,7% dopo che la rivale Terex (TEX.N: Quotazione) ha alzato la
propria offerta a 45,50 dollari per azione dai 41,75 euro
precedenti. Demag ha detto di essere convinta che gli azionisti
accetteranno la nuova offerta.
 * La britannica Premier Farnell PFL.L cede il 6,2% sulla
scia dei risultati del primo trimestre sotto le attese.
 * In deciso ribasso CARREFOUR (CARR.PA: Quotazione) dopo che Ubs ha
tagliato il rating a "sell" da "neutral".
 * AIR FRANCE (AIRF.PA: Quotazione) perde quasi il 2% dopo che Morgan
Stanley ha tagliato il giudizio sul titolo.