BORSE EUROPA - Indici deboli in attesa risultati, timori debito

lunedì 18 aprile 2011 09:55
 

                             indici               chiusura  
                           alle  9,30    var.%       2010
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.599,80      -0,43    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.130,14      -0,14    1.121,67  
Stoxx banche             199,67      -0,78      196,31  
Stoxx oil&gas            342,06      -0,33      332,58  
Stoxx tech               223,73      +0,11      215,82 
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 18 aprile (Reuters) - Le azioni europee sono in
ribasso a causa di un calo della propensione al rischio, in un
mercato nervoso in vista di importanti risultati societari e a
causa dei timori per il debito nell'area euro.
 Alle 9,30 the FTSEurofirst 300 .FTEU3 perde lo 0,14%.
 Finora "i risultati non sono stati così positivi e si teme
che i margini di diverse compagnie non sia destinati ad
aumentare. Il mercato è debole. Ci sono rischi e potrebbe
scendere in modo deciso", dice Koen De Leus, strategist di KBC
Securities a Bruxelles. "La crisi del debito è ben lontana
dall'essere risolta. La grande preoccupazione è la Grecia e
qualcuno pensa che il paese potrebbe fare default".
 Gli investitori sono cauti sulle voci di ristrutturazione
del debito greco e dopo la vittoria del partito anti-euro in
Finlandia. Guardano con apprensione al piano di salvataggio del
Portogallo, per cui oggi iniziano i colloqui.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Philips (PHG.AS: Quotazione) è debole dopo i risultati, con l'utile
netto del trimestre a 138 milioni di euro, sotto le previsioni
degli analisti, e dopo l'annuncio che intende liberarsi del
settore televisivo.
 * L'indice STOXX Europe 600 Food & Beverage  perde
l'1,2%, guidato dal calo di circa il 3% di Nestle NESN.VX, che
ha raggiunto un accordo per acquistare una quota del 60% della
cinese Yinlu Foods Group. 
 * Synthes SYST.VX sale di oltre il 7% sulla conferma dei
colloqui con Johnson & Johnson (JNJ.N: Quotazione), dopo le notizie che
parlano di un interesse all'acquisto della società svizzera per
circa 20 miliardi di dollari.
 * ThyssenKrupp (TKAG.DE: Quotazione) perde l'1% dopo il downgrade di
Goldman Sachs a "neutral" da "buy". Goldman favorisce ora altri
produttori del settore, indicando la forte performance della
società tedesca. Da luglio 2010 le azioni sono salite del 46%,
rispetto al +20% del DAX .GDAXI.