BORSE EUROPA-Deboli zavorrate da settori commodity, bene viaggi

martedì 12 aprile 2011 10:28
 

                             indici               chiusura  
                           alle 10,20    var.%       2010
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.958,13      -0,55    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.137,57      -0,77    1.121,67  
Stoxx banche             206,15      -0,63      196,31  
Stoxx oil&gas            349,96      -1,61      332,58  
Stoxx tech               225,50      -1,55      215,82
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 12 aprile (Reuters) - La decisione di Tokyo di
classificare il disastro nucleare al livello di quello di
Chernobyl del 1986 scatena una nuova ondata di avversione al
rischio che penalizza l'azionario europeo, in particolare i
settori legati all'andamento delle materie prime.
 L'andamento deludente delle vendite del colosso
dell'alluminio Alcoa (AA.N: Quotazione), che ha aperto ieri la stagione
delle trimestrali americane, insinua inoltre qualche dubbio
sulle prospettive degli utili societari del primo trimestre.
 Risparmiato dalla vendite il comparto dei viaggi e tempo
libero , sostenuto dal ripiegamento del greggio dai
massimi di 32 mesi.
 L'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 arretra per il secondo
giorno consecutivo dopo aver toccato i massimi delle ultime tre
settimane e cede lo 0,6%. Tra le singole piazze Francoforte
.GDAXI perde lo 0,7%, Londra .FTSE lo 0,8% e Parigi .FCHI
lo 0,8%.
     
 Tra i titoli in evidenza:
* SCHRODERS (SDR.L: Quotazione) sfida l'umore negativo sui bancari
grazie ad un upgrade a "neutral" da "underperform" di Credit
Suisse, che ha promosso il titolo principalmente per ragioni
valutative. Timidamente positiva anche la banca spagnola BANESTO
BTO.MC, che ha chiuso il primo trimestre con un utile netto in
calo del 20% ma migliore delle previsioni.
 * Nel settore viaggi, in evidenza INTERNATIONAL CONSOLIDATED
AIRLINES GROUP (ICAG.L: Quotazione), LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione) e AIR FRANCE-KLM
(AIRF.PA: Quotazione) che guadagnano fra l'1,7% e il 3%. I tour operator TUI
Travel TT.L e Thomas Group (TCG.L: Quotazione) guadagno rispettivamente il
2% e l'1%.
 * A picco DELTA LLOYD (DLL.AS: Quotazione) dopo che l'azionista di
maggioranza britannico AVIVA (AV.L: Quotazione) ha detto che ridurrà la
propria partecipazione del 15% a circa il 43%. Aviva ha detto
che prezzerà il collocamento di 25 milioni di azioni Delta a
17,25 euro ciascuna con un incasso di 624 milioni di dollari
circa. Aviva cede l'1,5%.
 * Mostrano tenuta i comparti tradizionalmente più difensivi
come il food & beverage , i pharma  e le utilities
.