BORSE EUROPA - Poco mosse, male utility con Edf, bene retail

mercoledì 6 aprile 2011 10:39
 

                             indici               chiusura  
                           alle 10,35    var.%       2010
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.940,27      -0,36    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.141,61      -0,20    1.121,67  
Stoxx banche             200,50      -0,51      196,31  
Stoxx oil&gas            357,17      -0,58      332,58  
Stoxx tech               229,93      -0,71      215,82
---------------------------------------------------------------
 MILANO, 6 aprile (Reuters) - Toccato il nuovo record delle
ultime quattro settimane si riporta poco al di sotto della 
chiusura precedente l'azionario europeo.
 A livello di singoli comparti decisamente sotto tono le
utility, penalizzate dalla correzione di Edf, insieme ai
bancari, mentre positiva è la performance del settore retail
grazie agli incoraggianti risultati Marks & Spencer.
 Il mercato si mantiene tendenzialmente sulla difensiva,
ragionando sulla possibile emergenza da 15 miliardi delle banche
portoghesi e in vista della decisione Bce sui tassi domani.
 Moody's ha annunciato stamane la bocciatura del rating di
sette istituti di credito lusitani, contagiati negativamente
dalle pressioni sul rating sovrano.
 "[...] Permangono rischi chiari e attuali: il Portogallo ha
urgente bisogno di fondi ma la buona notizia è che i timori su
Grecia, Irlanda e Portogallo non stanno danneggiando la Spagna"
osserva l'analista Bnp Paribas Philippe Gijsels.
 "Il mercato continuerà e essere sostenuto finché Federal
Reserve inietterà liquidità... soltanto quando la banca centrale
Usa smetterà di stampare moneta ci renderemo conto della reale
solidità economica. I mercati potrebbero restare delusi"
aggiunge.
 Intorno alle 10,30 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 mostra
un calo di 0,2%, mentre tra le singole piazze è piatta
Francoforte .GDAXI, recupera 0,1% Londra .FTSE ma arretra
0,5% Parigi .FCHI.
     
 Tra i titoli in evidenza:
 * Sotto i riflettori COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione), che torna a
recuperare circa 2,5% dopo la partenza in ribasso. La seconda
banca tedesca ha presentato un piano che prevede il rimborso
della maggioranza degli aiuti pubblici tramite un aumento di
capitale. Entro giugno l'istituto restituirà a Berlino 14,3 su
complessivi 16,2 miliardi
 * Crolla invece oltre 9% la greca ATEBANK AGBr.AT, che ha
annunciato un aumento di capitale del valore di 1,26 miliardi
 * Balza fino a oltre 4% MARKS & SPENCER (MKS.L: Quotazione), forte delle
vendite migliori delle attese nell'ultimo trimestre e delle
positive previsioni. Del rally approfitta l'intero settore
retail, il cui sottoindice  mostra un rialzo di x,xx%
grazie anche al +2,9% di DIXONS DXNS.L e NEXT (NXT.L: Quotazione)
 * Pesante EDF (EDF.PA: Quotazione), in calo di quasi 4% dopo la
riduzione del target price da parte di Citigroup. Fonti vicine
al dossier hanno riferito ieri sera che dovrebbe arrivare domani
il via libera definitivo al programma di finanziamanto da 3,5
miliardi di sette paesi europei clienti di A400M. Non giovano al
gruppo francese le dichiarazioni del numero uno Thai Airways
(THAI.BK: Quotazione), che potrebbe suddividere tra la controllata Airbus e
Boeing (BA.N: Quotazione) un nuovo ordine di 37 apparecchi     
 * Bene HUGO BOSS BOSG_p.DE, favorita da nuovi giudizi
positivi da parte dei broker
 * Guadagna circa 2% la britannica VEDANTA (VED.L: Quotazione), tra i
titoli migliori nel settore dei minerari