BORSE EUROPA - Indici rimbalzano su acquisti a prezzi più bassi

mercoledì 16 marzo 2011 09:48
 

                             indici               chiusura  
                           alle 9,35    var.%      2010  
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.791,18      +0,25    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.089,09      +0,40    1.121,67  
Stoxx banche             201,21      -0,74      196,31  
Stoxx oil&gas            338,21      +0,57      332,58  
Stoxx tech               215,77      +0,73      215,82
 
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 16 marzo (Reuters) - Le borse europee rimbalzano
dopo il brusco calo registrato ieri a seguito della crisi
nucleare in Giappone. Gli investitori sono tornati a comprare a
prezzi più bassi e stanno puntando al settore minerario.
 Intorno alle 9,30 L'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 sulle
blue chip europee sale dello 0,40% dopo che ieri aveva chiuso ai
minimi da 3 mesi e mezzo.
 Tra le singole piazze Londra .FTSE avanza dello 0,16%,
Parigi .FCHI dello 0,28% e Francoforte .GDAXI dell'1,06%.
 "L'azionario probabilmente rimbalzerà sulla scia del rally
del Nikkei sempre che le notizie che provengono dal Giappone non
peggiorino. Dopo le forti perdite delle precedenti sedute, i
titoli sono tornati a buon mercato", osserva un broker.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Industria estrattiva sotto i riflettori, in recupero dalle
perdite dei giorni scorsi, grazie al balzo dei prezzi delle
commodity e dalla prospettiva, secondo i trader, che potrebbero
trarre beneficio dalla ricostruzione che ci sarà in Giappone
dopo il terremoto. Antofagasta (ANTO.L: Quotazione), Bhp Billiton (BLT.L: Quotazione) e
Xstrata XTA.L salgono fra l'1,5 e il 2,4%.
 * Il titolo Associated British Foods (ABF.L: Quotazione) sale del 3,7%
alla Borsa inglese dopo che Credit Suisse ha alzato la
raccomandazione a "outoperform" da "neutral" citando i benefici
derivanti dall'aumento dei prezzi dello zucchero.
 * Sonova SOON.VX perde il 15% in Borsa penalizzata dal
taglio delle stime di utile e di vendita nel 2010-11. 
 * Intercontinental Hotels IGH.L cede il 3,1% dopo che l'Ad
Andrew Cosslett ha annunciato che si farà da parte il 30 giugno.