BORSE EUROPA-Indici partono in calo, pesano Libia, balzo greggio

lunedì 7 marzo 2011 09:53
 

                             indici               chiusura  
                           alle 9,505    var.%      2010  
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.930,35      -0,64    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.145,49      -0,30    1.121,67  
Stoxx banche             208,19      -0,84      196,31  
Stoxx oil&gas            360,17      +0,38      332,58  
Stoxx tech               232,66      -0.07      215,82  
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 7 marzo (Reuters) - L'azionario europeo ha aperto in
netto calo penalizzato dal balzo del prezzo del petrolio a
seguito del protrarsi dei disordini in Libia con i timori che
l'aumento del costo dell'energia possa colpire la ripresa
economica.
 Attorno alle 9,40 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 cede lo
0,30%. A livello di singole piazze, Londra .FTSE arretra dello
0,26%, Parigi .FCHI cede lo 0,64% e Francoforte .GDAXI lo
0,65%.
 "Gli investitori sono ancora nervosi. Quello che odiano è
l'incertezza e la situazione in Medioriente ne dà molta",
osserva un broker. "La gran parte dei paesi importa petrolio e
un periodo prolungato di prezzi elevati è un freno alle
industrie", aggiunge.
 A pesare sul sentimento degli investitori anche la decisione
dell'agenzia di rating Moody's che ha tagliato il rating della
Grecia a B1 con outlook negativo. 
 
 Tra i titoli in evidenza:
* Fra i più colpiti le case automobilistiche, con l'indice
settoriale in calo dell'1,6%, sui timori di un calo nella
domanda di veicoli. Daimler Ag DAIGn.De cede il 2,2%. Fiat
FIA.MI l'1,44%.
 * Le azioni Bulgari BULG.MI hanno aperto a 12,24 euro,
praticamente allineate al prezzo dell'Opa - a 12,25 euro - che
dovrà essere lanciata da Lvmh (LVMH.PA: Quotazione), che rileverà il
controllo del gruppo acquistando la partecipazione della
famiglia. Intorno alle 9,40 il titolo sale del 59,16% a 12,10
euro. Lvmh (LVMH.PA: Quotazione) a Parigi cede l'1,5% a 9,85 euro. 
 * Il titolo Inmarsat (ISA.L: Quotazione) perde l'11%, il livello pià
basso dalla fine del 2009, dopo i risultati trimestrali
dell'operatore satellitare al di sotto delle attese, segnalando
un difficile 2011.