BORSE EUROPA - Indici in calo per quarta seduta, pesante Porsche

giovedì 24 febbraio 2011 10:22
 

                             indici               chiusura  
                           alle 10,00   var.%      2010  
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.938,12      -0,57    2.792,82
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.144,89      -0,62    1.121,67  
Stoxx banche             216,91      -0,56      196,31  
Stoxx oil&gas            352,72      +0,15      332,58  
Stoxx tech               226,34      -0,89      215,82  
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 24 febbraio (Reuters) - Avvio di giornata debole per
le borse europee, che estendono le perdite per la quarta seduta
consecutiva toccando un minimo di tre settimane.
 A pesare sono ancora i tumulti in Libia, che continuano a
spingere verso l'alto i prezzi del petrolio e alimentano i
timori degli investitori per l'impatto sulla crescita globale.
 "C'è stata un'altra impennata del greggio e le tensioni
generali in Medio Oriente hanno spazzato via la fiducia dal
mercato", commenta Mark Priest di ETX Capital. "Non vediamo una
svolta a meno di una improvvisa soluzione della situazione in
Libia".
 Intorno alle 10,00 l'indice paneuropeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 cede oltre mezzo punto percentuale. Tra i singoli
mercati Londra .FTSE perde lo 0,5%, Francoforte .GDAXI lo
0,9%. Il Cac 40 di Parigi .FCHI riprende ad aggiornarsi dopo
un problema tecnico e arretra dello 0,4%.
     
 I titoli in evidenza:
 * PORSCHE (PSHG_p.DE: Quotazione) lascia sul terreno oltre il 9% dopo
l'annuncio che la fusione con Volkswagen (VOWG_p.DE: Quotazione) potrebbe
essere rinviata.
 * ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) cede più del 2% dopo i
risultati, che pur mostrando un ritorno all'utile operativo nel
2010 hanno risentito delle sofferenze dell'Irlanda e di una non
brillante performance dell'investment banking.
 * I risultati affossano anche ALLIANZ (ALVG.DE: Quotazione), in calo di
quasi il 2% sulla scia di un utile netto inferiore al previsto.
 * Il gruppo britannico di componentistica automotive e
aerospaziale GKN (GKN.L: Quotazione) arretra del 3,5% dopo il declassamento
di Citigroup a "hold" da "buy" in attesa dei risultati annuali.
 * La utility tedesca RWE (RWEG.DE: Quotazione) paga con un ribasso
superiore al 5% le prospettive di un calo dell'utile operativo
2011 più accentuato di quello stimato dagli analisti.
 * FRANCE TELECOM FTE.PA perde oltre 2% dopo aver
annunciato risultati 2010 in linea con le attese. "Siamo
leggermente più ottimisti in avvio di quest'anno" rispetto al
2010 "ma di fatto è più o meno la stessa situazione" spiega il
Cfo Gervais Pellissier.
 * Dopo un'apertura in positivo la biotech NICOX (NCOX.PA: Quotazione)
gira al ribasso e cede oltre il 2%. Il gruppo ha annunciato che
intende fare ricorso contro la decisione della Fda statunitense
di respingere il Naproxcinod.