BORSE EUROPA - Indici positivi dopo partenza debole

martedì 15 febbraio 2011 09:44
 

                             indici               chiusura  
                           alle 9,35   var.%        2010  
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       3.030,40      +0,40    2.792,82  
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.180,35      +0,22    1.121,67  
Stoxx banche             220,35      +0,77      196,31  
Stoxx oil&gas            359,69      +0,57      332,58  
Stoxx tech               236,88      -0,47      215,82  
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 15 febbraio (Reuters) - Le borse europee sono
positive sopstenute anche dal buon andamento di Danone (DANO.PA: Quotazione)
e Barclays (BARC.L: Quotazione) dopo i risultati.
 L'azionario era partito debole, ritracciando dai massimi di
chiusura da 29 mesi di ieri, dopo i dati macro francesi e
tedeschi che si sono rivelati inferiori alle previsioni.
 Alle 9,35 l'indice Ftse avanza dello 0,4% circa. Tra le
singole borse Francoforte .GDAXI guadagna lo 0,22%, Parigi
.FCHI lo 0,37% e Londra .FTSE cede lo 0,07%.
 Il prodotto interno lordo francese preliminare del quarto
trimestre ha mostrato una crescita dello 0,3%, contro attese di
+0,6% del sondaggio Reuters tra gli analisti, in parte a causa
di un contributo negativo delle scorte. 
 Il pil tedesco è cresciuto dello 0,4% nel quarto trimestre,
da +0,7% del terzo trimestre. Il dato è inferiore alle attese
degli economisti, raccolte da Reuters e fissate a un +0,5%. 
 I ribassisti potrebbero concentrare l'attenzione
sull'inflazione cinese e sui timori sul debito dell'area euro,
dice Giles Watts, responsabile equity di City Index. "Una
prosecuzione del rialzo senza una verifica della situazione
reale è improbabile. Sarebbe sensato avere un ritracciamento
prima di ripartire", aggiunge.
  
 Tra i titoli in evidenza:
 BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) sale del 2% dopo aver chiuso il 2010 con
utile pretasse in crescita del 32%, sopra le previsioni degli
analisti, e dopo aver annunciato che intende razionalizzare le
sue attività per aumentare la redditività in un contesto
regolatorio più stringente. 
 MAN (MANG.DE: Quotazione) in rialzo dell'1% dopo l'upgrade di Citi a
"buy" da "hold", con un aumento del target price a 100 da 73
euro. Il broker cita un aumento delle probabilità di decisioni
sul fronte societario. 
 DANONE (DANO.PA: Quotazione) sale del 2,5% dopo che si è detta fiduciosa
sul fatto che i tagli dei costi e prezzi più elevati
compenseranno l'aumento dei costi delle materie prime. La
società ha diffuso dati superiori alle previsioni con un aumento
del 6,9% delle vendite.
 EDF (EDF.PA: Quotazione) perde l'1,3% dopo aver archiviato il 2010 con
una crescita del 4,4% dell'Ebitda, sostenuta da un aumento della
produzione nucleare e idroenergetica in Francia, e dopo aver
annunciato l'obiettivo di un ulteriore incremento del 4-6% per
quest'anno.