BORSE EUROPA - Indici deboli ma sopra minimi, bene settore auto

martedì 8 febbraio 2011 16:45
 

                             indici               chiusura  
                           alle 16,35    var.%        2010  
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       3.035,23      +0,12    2.792,82  
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.172,93      -0,35    1.121,67  
Stoxx banche             220,75      +0,04      196,31  
Stoxx oil&gas            354,88      -0,71      332,58  
Stoxx tech               238,91      -0,99      215,82  
---------------------------------------------------------------
 LONDRA, 8 febbraio (Reuters) - L'azionario europeo prosegue
debole nel pomeriggio dopo che la Cina ha deciso un nuovo rialzo
dei tassi per combattere l'inflazione.
 Il nervosismo dovuto alla decisione cinese ha offuscato il
benefico effetto derivante dalle buone notizie del settore auto
sul fronte dei risultati societari. Il mercato segna, tuttavia,
un lieve recupero sopra i minimi della mattinata. 
 "L'azionario cede sulle notizie dalla Cina, i mercati sono
surriscaldati e affrontano pressioni inflazionistiche", spiega
Philippe Gijsels di BNP Paribas Fortis Global Markets. "Sono
vulnerabili a qualunque cosa riduca la liquidità".
 I titoli estrattivi, solitamente più sensibili ai
cambiamenti dello scenario economico, sono in calo con l'indice
di settore  in calo dello 0,61%. 
 Poco dopo le 16,15 l'indice FTSE Eurofirst 300 .FTEU3 cede
lo 0,39%, poco sopra i minimi di seduta. L'EuroStoxx 50
.STOXX50E sale dello 0,11%. In linea con quest'ultimo Parigi
.FCHI, Francoforte .GDAXI e Londra .FTSE.
 I titoli in evidenza:
 * Il settore auto  è in gran spolvero. BMW (BMWG.DE: Quotazione)
balza del 4% dopo aver annunciato vendite in crescita in gennaio
e l'attesa di una forte crescita che l'aiuterà a centrare gli
obiettivi del 2011. 
 Il comparto beneficia anche dei risultati migliori delle
attese di FAURECIA (EPED.PA: Quotazione), società francese attiva nella
componentistica auto. 
 * GIVAUDAN GIVN.VX scivola del 3,24% dopo ave annunciato
un dividendo peggiore delle attese e aver dichiarato che i
prezzi delle materie prime peseranno sui margini. 
 * ARCELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione) sale del 2,39% dopo aver previsto
una ripresa della domanda per il settore acciaio più rapida
delle aspettative.