BORSE EUROPA - Indici in lieve calo, pesano timori Irlanda

lunedì 24 gennaio 2011 16:13
 

                             indici              chiusura 
                           alle 15,50   var.        2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.966,82    -0,10%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.147,86    -0,04%    1.045,76 
Stoxx banche             216,06    -0,23%      221,27 
Stoxx oil&gas            347,56    -0,03%      330,54 
Stoxx tech               221,80    -0,43%      184,35 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 24 gennaio (Reuters) - L'indice delle borse europee
è in lieve calo, dopo i dati che evidenziano una crescita
ineguale nell'area euro nel settore dei servizi e i problemi
politici in Irlanda, che hanno spinto a gli investitori a
ridurre le loro posizioni di trading.
 Aiuta il lieve rialzo di Wall Street.
 Alle 15,50, a livello di singole piazze, Francoforte
.GDAXI cala dello 0,44%, Parigi .FCHI sale dello 0,11% e
Londra .FTSE segna un rialzo dello 0,63%.
 Secondo l'indagine sui direttori acquisti, elaborata da
Markit, il settore privato in Germania a gennaio sale al ritmo
più sostenuto dal giugno 2006, grazie all'andamento dei servizi,
che hanno bilanciato la frenata del segmento manifatturiero.
 "La Germania sta andando più avanti di quanto ci si poteva
aspettare. Ma i paesi periferici stanno soffrendo e se la genete
comincia a diventare nervosa i governi avranno problemi a
rimanere in carica", dice Philippe Gijsels, capo della ricerca
di BNP Paribas Fortis Global Markets a Bruxelles. 
 "Questo ha un impatto sul mercato oggi. Ci sono anche
preoccupazioni sulla ripresa dell'inflazione nei paesi emergenti
e sui possibili interventi restrittivi che finirebbero per
rallentare quelle economie e per avere degli impatti anche su di
noi", aggiunge.
 
 I titoli in evidenza:
 * Negative le principali banche britanniche, tra cui Lloyds
(LLOY.L: Quotazione), Royal Bank of Scotland (RBS.L: Quotazione) e Barclays (BARC.L: Quotazione),
dopo che la commissione indipendente sul settore, ha aperto
un'indagine finalizzata ad avviare una riorganizzazione del
settore, che, si teme, potrebbe concludere che gli istituti
hanno bisogno di una nuova ricapitalizzazione.
 * I minerari passano inn terreno negativo dopo la buona
partenza e per i prezzi di alcuni metalli negativi. L'indice
STOXX Europe 600 Basic Materials  perde lo 0,25%,
Antofagasta (ANTO.L: Quotazione) l'1,2%. Positivi sotto massimi BhP Billiton
(BLT.L: Quotazione) e Rio Tinto (RIO.L: Quotazione).
 * Philips Electronics (PHG.AS: Quotazione) cede il 6%, dopo l'annuncio
di un utile netto del quarto trimestre sotto le attese, a
seguito delle vendite di tv deboli che hanno colpito la
divisione lifestyle. La società ha messo in guardia dal fatto
che i consumatori nei mercati maturi possano essere riluttanti a
spendere quest'anno.
 * Whitebread (WTB.L: Quotazione) sale del 3% a seguito dell'upgrade a
"buy" da parte di Citigroup.