BORSE EUROPA- Indici tentano di azzerare calo,salgono finanziari

giovedì 20 gennaio 2011 10:42
 

                             indici              chiusura 
                           alle 10,30    var.        2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.935,29    +0,39%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.151,01    -0,14%    1.045,76 
Stoxx banche             215,14    +0,74%      221,27 
Stoxx oil&gas            349,20    -0,39%      330,54 
Stoxx tech               221,61    -0,47%      184,35 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 20 gennaio (Reuters) - Le borse europee partono
fiacche anche oggi, aggiungendo nuove perdite all'1,3% bruciato
ieri dal FTSEurofirst 300 .FTEU, dopo che i robusti dati
macroeconomici cinesi hanno riacceso i timori di nuove strette
monetarie nel primo consumatore mondiale di materie prime. Sono
proprio i titoli legati alle commoodities  a finire,
anche oggi, nel mirino delle vendite.In controtendenza, si
rafforzano bancari  e assicurativi , limitando le
perdite del mercato. L'agenzia di rating Fitch ha appena
dichiarato stabile l'outlook per le banche europee nel 2011.
 Intorno alle 10,30 il FTSEurofirst tenta di ridurre il
ribasso, riportandosi sui massimi di seduta, in calo dello
0,15%.
 A livello di singole piazze, Francoforte .GDAXI arretra
dello 0,06%, Parigi .FCHI sale dello 0,04% e Londra .FTSE
perde lo 0,65%.
 
 I titoli in evidenza:
 * Più pronunciata che sul settore minerario è la lettera sul
comparto auto  che arriva a perdere due abbondanti punti
percentuali.
 * In un settore europeo delle utility toniche  la
spagnola IBERDROLA (IBE.MC: Quotazione) guadagna poco meno di un punto
percentuale dopo aver acquistato la brasiliana Elektro per 1,78
miliardi di euro.
 * ALSTOM (ALSO.PA: Quotazione), specialista di infrastrutture e
trasporti, arretra di oltre un punto percentuale dopo che
fatturato e ordini sono stati considerati inferiori alle
previsioni.
 * Restando in Francia, le trimestrali deprimono anche ACCOR
(ACCP.PA: Quotazione) e REMY-COINTREAU (RCOP.PA: Quotazione).
 * In controtendenza, corre la biotech francese BIOMERIEUX
(BIOX.PA: Quotazione) dopo aver annunciato un giro d'affari superiore alle
attese.
 * A picco EASYJET (EZJ.L: Quotazione): dopo aver contabilizzato un onere
per 31 milioni di sterline legato al gelo e agli scioperi di
fine 2010, il vettore low-cost ha manifestato cautela sulle
prospettive del 2011, complice il rincaro del carburante e le
difficili condizioni economiche.