BORSE EUROPA- Indici poco mossi, guardano a riunione minFin euro

lunedì 17 gennaio 2011 16:27
 

                             indici              chiusura 
                           alle 16,20  var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.907,02    -0,46%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.156,39    +0,02%    1.045,76 
Stoxx banche             212,16    -0,58%      221,27 
Stoxx oil&gas            351,30    -0,02%      330,54 
Stoxx tech               278,19    +0,63%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 17 gennaio (Reuters) - Si muovono intorno alla linea
di galleggiamento gli indici delle borse europee nel pomeriggio,
tra scambi sottili e particolarmente carenti di spunti in
ragione della pausa di Wall Street.
 Gli investitori tendono a restare sulla difensiva in attesa
di sviluppi dalla riunione dei ministri finanziari della zona
euro questa sera a Bruxelles.
 Sia la Commissione sia la Banca centrale europea hanno
chiesto soltanto la settimana scorsa un potenziamento del fondo
Efsf, la rete di salvataggio predisposta a favore dei paesi
della zona euro alle prese con la crisi del debito sovrano.
 Autorevoli fonti europee hanno tuttavia anticipato che
Berlino sarebbe decisamente contraria all'ipotesi, come
confermano poi direttamente le dichiarazioni del responsabile
alle Finanze Wolfgang Schaeuble, secondo cui dalla riunione di
questa sera non sortirà alcuna decisione in merito.
 "Ci sono veramente poche notizie, dunque si guarda
all'incontro dei ministri delle Finanze... i politici tendono a
promettere troppo e potrebbe essere questo uno dei tanti casi in
cui alle parole non seguono i fatti" commenta Graham Bishop,
strategist Rbs.
 Tra i singoli comparti tendenzialmente debole il settore
bancario, mentre tengono relativamente difensivi come sanità e
telecomunicazioni.
 Intorno alle 16,15 l'indice paneuropeo FTSE Eurofirst 300
.FTEU3 mostra un modesto +0,03%, mentre Londra .FTSE fa
-0,26%, Francoforte .GDAXI -0,08% e Parigi .FCHI -0,3%. 
 I titoli in evidenza:
 * Positiva a +0,6% Bp (BP.L: Quotazione), sostenuta dall'annuncio
dell'accordo di concambio azionario con la russa Rosneft
 * Sotto tono bancari e finanziari in genere, su cui pesano i
costanti timori relativi alla posizione creditizia della zona
euro. L'indice di settore  cede 0,8% e particolarmente
male fanno Allied Irish Banks (ALBK.I: Quotazione) e Bankinter (BKT.MC: Quotazione) in
calo rispettivamente di 3,6% e 2,4%
 * Bene Vodafone (VOD.L: Quotazione), in rialzo di poco meno di 2% in
vista della cessione della quota del 44% nella francese Sfr per
un controvalore tra 7 e 8 miliardi di euro
 * Guadagna circa 2,5% Peugeut Citroen (PEUP.PA: Quotazione), forte del
miglioramento della valutazione da parte di Exane Bnp
 * Vola di quasi 8% il big dell'ingegneria britannico Smiths
(SMIN.L: Quotazione), che ha rifiutato un'offerta da 2,45 miliardi di
sterline per la divisione di servizi medicali
 * Tra i titoli a minor capitalizzazione avanza di 3% al
massimo da luglio 2008 la finlanedese Nokian Renkaat (NRE1V.HE: Quotazione)
che annuncia risultati 2010 migliori delle attese