BORSE EUROPA - Londra trascina al rialzo indici, balza energia

martedì 4 gennaio 2011 15:40
 

                             indici              chiusura 
                          alle 15,30    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.861,99    +0,80%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.145,94    +1,20%    1.045,76 
Stoxx banche             202,37    +2,13%      221,27 
Stoxx oil&gas            345,02    +2,95%      330,54 
Stoxx tech               218,63    +0,08%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 4 gennaio (Reuters) - L'azionario europeo staziona
sui massimi di una settimana nel pomeriggio grazie anche al
traino dei titoli legati a commodities a Londra che stanno
recuperando il gap con quelli delle altre piazze accumulato ieri
in occasione del bank holiday della capitale britannica. 
 In particolare i massimi del greggio spingono i titoli
dell'energia con lo stoxx di settore  che sale di quasi
il 3%. 
 Secondo Mike Lenhoff di Brewin Dolphin è improbabile che il
mercato continui a salire a questi ritmi ma gli ultimi movimenti
riflettono in ogni caso un sentiment migliore sulle prospettive
dell'economia globale. 
 Per il secondo giorno consecutivo l'appetito per il rischio
degli investitori si mostra alto e l'indice di volatilità
Vdax-New  perde il 4,44%. Più basso è l'indice, maggiore
è la volontà del mercato di assumersi dei rischi. 
 Londra .FTSE si mostra la più tonica segnando un rialzo
superiore al 2%. Più 1% per Parigi .FCHI, frazionale rialzo a
Francoforte .GDAXI.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Accelerano i titoli dell'energia con BP (BP.L: Quotazione) che supera
il +6% anche sulla scia delle indiscrezioni del Daily Mail
secondo cui ROYAL DUTCH SHELL (RDSa.L: Quotazione) (+1,64%)
avrebbe preso in considerazione l'idea di un takeover a seguito
dell'incidente del Golfo del Messico, ma sarebbe stata
scoraggiata dalla mancanza di indicazioni sul totale dei costi
che Bp potrebbe dover ancora pagare. Le due società non hanno
commentato.
 * Per contro DESIRE PETROLEUM DES.L è in caduta libera,
arrivando a perdere quasi il 24% dopo aver annunciato di non
aver trovato tracce significative di idrocarburi anche
nell'ultimo pozzo di quelli esplorati nelle Isole Falkland. 
 * Il titolo della BANK OF PIRAEUS (BOPr.AT: Quotazione), quarta banca
greca, crolla di circa l'11%. Il quarto istituto greco starebbe
scontando un forte sconto dopo l'annuncio di un aumento di
capitale per raccogliere 807 milioni di euro per rafforzare il
proprio bilancio e far fronte alla crisi del debito del paese.
 * DEUTSCHE BOERSE (DB1Gn.DE: Quotazione) sale di oltre il 3% grazie agli
incoraggianti dati sul volume del trading nel 2010 annunciati
ieri sera. 
 * ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) mette a segno un progresso
di quasi il 5% dopo che Exane Paribas ha alzato il giudizio sul
titolo a 'outperform' da 'neutral'. Le forti vendite sul titolo
per l'esposizione della banca all'Irlanda hanno spianato la
strada a opportunità di acquisto.
 * La francese CARREFOUR (CARR.PA: Quotazione) avanza di oltre il 2% dopo
che BofA-Merrill ha alzato il suo giudizio a 'buy' da 'neutral'.