BORSE EUROPA-Indici positivi dopo avvio Wall Street, ok minerari

mercoledì 29 dicembre 2010 15:40
 

                             indici              chiusura 
                         alle 15,40      var.        2009 
-------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.847,21    +0,81%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.144,07    +0,33%    1.045,76 
Stoxx banche             201,02    +0,43%      221,27 
Stoxx oil&gas            339,01    +0,41%      330,54 
Stoxx tech               218,03    +0,46%      184,35 
-------------------------------------------------------------
 MILANO, 29 dicembre (Reuters) - Le borse europee si
confermano in moderato rialzo dopo l'avvio poco mosso di Wall
Street.
 Sostenuti da alcuni temi speculativi, in un contesto di
scambi rarefatti, i listini procedono complessivamente con il
segno più.
 Attorno alle 15,40 italiane, l'indice Ftseurofirst 300
.FTEU3 guadagna lo 0,3% circa, mentre, tra i singoli listini,
Parigi .FCHI sale dell'1% circa e Francoforte .GDAXI dello
0,4% circa. Londra .FTSE cede lo 0,2% circa.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Moderatamente positivo l'automotive , con le case
francesi che rimbalzano dopo diverse sedute in lettera. DAIMLER
(DAIGn.DE: Quotazione) poco mossa: il gruppo tedesco ha confermato le
previsioni di crescita in Cina nel 2011, sebbene Pechino abbia
deciso di tagliare le nuove immatricolazioni.
 * Leggero rialzo per le banche . Tonica SOCIETE
GENERALE (SOGN.PA: Quotazione): intervistato dalla Cnbc, il presidente e
Ceo, Frederic Oudea, ha detto che il settore in Europa non ha
bisogno di ulteriori stress test, sostenendo che l'esposizione
al debito sovrano è già pubblica.
 * I prezzi delle materie prime macinano record e i minerari
 ne beneficiano. Brillano, in particolare, le società
focalizzate sull'oro: RANGOLD RESOURCES (RRS.L: Quotazione) balza del 3%
circa.
 * Positivo il paniere della chimica , mentre le
costruzioni  corrono, con SKANSKA (SKAb.ST: Quotazione) in evidenza
dopo che Aimco (AIV.N: Quotazione) ha acquisito la quota del 50% del gruppo
svedese nella cilena Sociedad Concesionaria Autopista Central.
 * Al palo il food&beverage , mentre sale il comparto
delle società finanziarie .
 * Nonostante sia tornata in auge l'avversione al rischio, un
paniere difensivo come lo healthcare  è ancorato attorno
alla parità. Pesa la debolezza di ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione): il
colosso farmaceutico ha bloccato gli studi, condotti insieme a
Johnson & Johnson (JNJ.N: Quotazione), su un antidolorifico. In rosso anche
GLAXOSMITHKLINE (GSK.L: Quotazione): il gruppo ha offerto un parziale
rimborso al servizio sanitario se non riuscirà a dimostrare che
il farmaco per la cura del cancro ai reni Votrient non è
assimilabile al Sutent targato Pfizer (PFE.N: Quotazione).
 * Moderatamente positive le conglomerate industriali
. Il produttore di motori diesel tedesco TOGNUM TGMG.DE
è in calo dopo aver annunciato l'abbandono del business delle
fuel-cell, una mossa che dovrebbe avere un impatto negativo di
circa 60 milioni di euro.
 * Assicurativi  in rialzo, con le compagnie presenti
in Germania che non sembrano penalizzate dall'attesa che il
regolatore BaFin imponga un incremento degli accantonamenti
sulle polizze vita a partire dal 2011.
 * Abbastanza bene i media , con VIVENDI (VIV.PA: Quotazione)
tonica dopo che la controllata Sfr ha annunciato un incremento
delle tariffe dall'1 febbraio.
 * Piatto lo stoxx dei petroliferi . GAMESA (GAM.MC: Quotazione)
in deciso rialzo dopo che IBERDROLA (IBE.MC: Quotazione) (allineata alle
utilities) ha incrementato la partecipazione al 19% del
capitale.
 * Qualche spunto nel paniere del lusso , mentre
zoppica il retail .
 * I tecnologici  beneficiano della performance di
ERICSSON (ERICb.ST: Quotazione): secondo il quotidiano Dagens Nyheter, che
cita il Ceo Hans Vestberg, il gruppo svedese sta valutando
alcune piccole acquisizioni.
 * Segno meno per le tlc , mentre il comparto dei
viaggi e del tempo libero  si muove poco sopra la parità:
secondo un report di Citi, l'ondata di neve e gelo che ha
colpito l'Europa e la costa orientale degli Usa negli ultimi
dieci giorni ha causato danni simili alla nube vulcanica
dell'aprile scorso.
 * Moderato rialzo delle utilities . ENDESA (ELE.MC: Quotazione)
in linea con il paniere: il ministro dell'Industria spagnolo,
Miguel Sebastian, ha annunciato per gennaio la prima tranche del
bond finalizzato a liberare gradualmente i bilanci delle
utilities da 16,5 miliardi di euro di debiti.