BORSE EUROPA - Poco mosse vicino massimi 27 mesi, brilla SAS

giovedì 23 dicembre 2010 15:52
 

                             indici               chiusura 
                         alle 15,45      var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.865,99    -0,13%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.148,87    +0,11%    1.045,76 
Stoxx banche             202,92    +0,09%      221,27 
Stoxx oil&gas            338,76    +0,38%      330,54 
Stoxx tech               217,86    -0,08%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 23 dicembre (Reuters) - Le borse europee nel primo
pomeriggio proseguono poco mosse vicine ai massimi di 27 mesi
tra sottili scambi prenatalizi.
 Anche a Wall Street l'avvio di seduta è incerto con gli
indici contrastati.
 Intorno alle 15,45 l'indice Ftse Eurofirst 300 .FTEU3 è in
lieve rialzo dopo aver toccato nella prima parte della seduta un
massimo a 1.149,05, il livello più alto dal fallimento di Lehman
Brothers oltre due anni fa.
 Tra i singoli listini, Parigi .FCHI cede lo 0,3%,
Francoforte .GDAXI è piatta mentre Londra .FTSE sale dello
0,1%.
 A livello settoriale scivolano i minerari sul ritracciamento
dei prezzi delle materie prime, colpiti da prese di beneficio.


 Tra i titoli in evidenza: 
 * La compagnia aerea scandinava SAS (SAS.ST: Quotazione) balza del 13,5%
sulle indiscrezioni di progetti di takeover da parte di
LUFTHANSA (LHAG.DE: Quotazione), in progresso dello 0,7%.
 * La casa farmaceutica danese NOVO NORDISK (NOVOb.CO: Quotazione) sale
di oltre il 3% dopo aver annunciato che gli studi di fase III
dell'insulina di nuova generazione Degludec hanno dato risultati
positivi.
 * ERICSSON (ERICb.ST: Quotazione) arretra dell'1,4% sulla scia del
declassamento di Goldman Sachs a "neutral". 
 * L'acciaieria svedese SSAB (SSABa.ST: Quotazione) cede il 2,5% dopo
aver comunicato che l'utile operativo del quarto trimestre ha
risentito della debole domanda e di alcuni problemi di
produzione e sarà intorno alla parità.