BORSE EUROPA - Indici deboli, pesano banche e farmaceutici

venerdì 17 dicembre 2010 15:56
 

                             indici              chiusura 
                         alle 15,35      var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.829,09    -0,59%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.125,72    -0,49%    1.045,76 
Stoxx banche             197,85    -1,93%      221,27 
Stoxx oil&gas            331,34    -0,16%      330,54 
Stoxx tech               213,52    +0,91%      184,35
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 17 dicembre (Reuters) - Le borse europee sono deboli
nel primo pomeriggio, trascinate dalle banche sui timori per la
crisi del debito della zona euro dopo che Moody's ha declassato
il rating dell'Irlanda di ben cinque notch.
 "Ci sono un po' di prese di beneficio oggi dopo i forti
guadagni di questa settimana ma il trend è ancora positivo. La
tendenza al rialzo continuerà nel 2011, con il Dax che arriverà
a 7.500 punti per metà del prossimo anno", commenta Heinz-Gerd
Sonnenschein, strategist di Deutsche Postbank a Bonn. 
 Poche indicazioni arrivano dall'avvio poco mosso di Wall
Street.
 Intorno alle 15,35 l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3 cede
circa mezzo punto percentuale. Tra i singoli mercati,
Francoforte .GDAXI arretra dello 0,25%, Parigi .FCHI dello
0,38% e Londra .FTSE dello 0,15%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * LLOYDS BANKING GROUP (LLOY.L: Quotazione) paga con un calo del 4%
l'annuncio che il gruppo si aspetta ulteriori impatti dalle
svalutazioni nel portafoglio irlandese.
 * ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione) lascia sul terreno oltre il 5% e mette
sotto pressione tutto il comparto farmaceutico. Il Brilinta,
l'anticoagulante destinato a far concorrenza al Plavix (il
secondo farmaco al mondo per vendite), non ha ottenuto il via
libera della Food and Drug Administration statunitense.
 * Sempre nel settore SONOVA SOON.VX perde più del 3%,
penalizzata dal declassamento di Ubs a "neutral" da "buy". 
 * Tecnologici in controtendenza, sostenuti anche dalla
leader dei cellulari NOKIA NOK1V.HE che sale di quasi un punto
percentuale. La concorrente Usa Research In Motion RIM.TO
RIMM.O, produttrice del Blackberry, ha registrato vendite
robuste di smartphone e risultati finanziari migliori delle
previsioni per il trimestre settembre-novembre.
 * In evidenza anche SAP (SAPG.DE: Quotazione) con +1,7% dopo che il
ministro delle finanze del Qatar non ha escluso un investimento
dell'Emirato nella società di business software. Aiutano anche i
risultati migliori delle attese e la previsione di un utile
superiore alla stime di Wall Street per il trimestre in corso di
Oracle (ORCL.F: Quotazione). 
 * Balza dell'1,5% il retailer belga DELHAIZE DELB.BR sulla
scia di speculazioni sulla stampa secondo cui le motivazioni
dietro l'entrata della rivale olandese AHOLD AHLN.AS in Belgio
potrebbero essere quelle di rilevare il gruppo.