BORSE EUROPA - Indici in ribasso dopo Moody's su Spagna

mercoledì 15 dicembre 2010 15:58
 

                             indici              chiusura 
                         alle 15,40      var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.839,80    -0,76%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.127,00    -0,48%    1.045,76 
Stoxx banche             202,09    -1,45%      221,27 
Stoxx oil&gas            330,93    -0,79%      330,54 
Stoxx tech               208,53    -0,37%      184,35
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 15 dicembre (Reuters) - Le borse europee perdono
terreno nel pomeriggio, sul rischio downgrade per la Spagna,
dopo un rally durato due settimane.
 "L'Europa rimane molto fragile. Tutti prevedono una grossa
crisi nei primi mesi del 2011, periodo che coincide con le
operazioni di rifinanziamento della Spagna", dice Arnaud
Poutier, di IG Markets France. "Il mercato del debito non è
chiuso per la Spagna, ma l'aumento dei tassi, è stato molto
forte. Il rischio arriva principalmente dalle banche spagnole".
 Moody's ha detto che la Spagna è sotto osservazione per un
possibile downgrade e ha sottolineato i timori di un "funding
crunch" il prossimo anno. L'agenzia di rating ritiene però che
Madrid non abbia bisogno di ricorrere a piani di salvataggio
dell'Unione europea, come successo per Grecia e Irlanda.
 Tra i singoli mercati, Londra .FTSE cede lo 0,22%,
Francoforte .GDAXI lo 0,49% e Parigi .FCHI lo 0,64%.
 Wall Street è poco mossa, il Dow Jones sale dello 0,05%.
 
 Tra i titoli in evidenza: 
 * Banche negative con Banco Santander (SAN.MC: Quotazione) in ribasso
dell'1,8%, Bbva (BBVA.MC: Quotazione) -1,25%. Cali anche più accentuati
fuori dalla Spagna, Barclays (BARC.L: Quotazione) -2,6%, Credit Agricole
(CAGR.PA: Quotazione) -2,8%.
 * Tra i pochi titoli positivi, Novartis AG NOVN.VX segna
+7% dopo aver chiuso l'offerta sulle azioni non ancora in suo
possesso di Alcon ACL.N per 12,9 miliardi di dollari.
 * La belga Agfa-Gevaert (AGFB.BR: Quotazione) cede oltre il 4%, al
livello più basso da ottobre 2009 dopo che Ing ha ridotto la
raccomandazione sul titolo a "hold" da "buy".