BORSE EUROPA - Indici incerti, pesano prese beneficio

martedì 14 dicembre 2010 09:43
 

                             indici              chiusura 
                          alle 9,40     var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.857,69    +0,08%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.128,44    -0,08%    1.045,76 
Stoxx banche             204,43    -0,09%      221,27 
Stoxx oil&gas            330,69    +0,08%      330,54 
Stoxx tech               209,19    -0,13%      184,35
----------------------------------------------------------------
 MILANO, 14 dicembre (Reuters) - Avvio di seduta all'insegna
dell'incertezza per le borse europee. Sulla scia dell'andamento
dei mercati asiatici, pesano le prese di beneficio.
 Panieri sostanzialmente tutti attorno alla parità, con
movimenti contenuti.
 Tra i singoli mercati, Londra .FTSE, Parigi .FCHI e
Francoforte .GDAXI si muovono vicini ai livelli della chiusura
di ieri.
 I titoli in evidenza: 
 * Realizzato l'automotive . RENAULT (RENA.PA: Quotazione) in
moderato ribasso dopo che la partecipata Nissan (7201.T: Quotazione) ha
ampliato la partnership con Mitsubishi (7211.T: Quotazione).
 * Poco mosse le banche . Tonica JULIUS BAER
BAER.VX: Cheuvreux ha alzato il target price a 51 da 46
franchi svizzeri.
 * In calo le società minerarie . Cade la finlandese
OUTOKOMPU (OUT1V.HE: Quotazione), che ha lanciato un profit warning sul
quarto trimestre. Il comparto registra la debolezza del
produttore di acciaio SSAB (SSABa.ST: Quotazione), che si è visto soffiare
l'amministratore delegato dal gruppo ingegneristico SANDVIK
(SAND.ST: Quotazione). E ancora, il produttore di alluminio norvegese NORSK
HYDRO (NHY.OL: Quotazione) arretra dopo aver annunciato lo slittamento alla
prima metà del 2011 dell'acquisizione da 4,9 miliardi di dollari
della brasiliana Vale VALES.SA.
 * Nel quadro di un paniere della chimica  piatto,
spicca la tonicità di LANXESS (LXSG.DE: Quotazione), che ha annunciato
l'acquisizione di Dsm Elastomers per 310 milioni di euro. Bene
ARKEMA (AKE.PA: Quotazione): Nomura ha avviato la copertura con 'buy'.
 * Al palo le costruzioni  e il food&beverage ,
che vede galleggiare UNILEVER (UNc.AS: Quotazione) dopo che Matrix ne ha
avviato la copertura con 'add'.
 * Senza spunti il comparto delle holding finanziarie
, mentre lo healthcare  registra la corsa di MEDA
MEDAa.ST, che ha annunciato l'acquisizione dei prodotti
venduti senza ricetta medica negli Usa da GLAXOSMITHKLINE
(GSK.L: Quotazione) per 235 milioni di corone svedesi.
 * Deboli le conglomerate industriali , ma TRAVIS
PERKINS (TPK.L: Quotazione) beneficia dell'incremento di rating, ad 'add' da
'hold', deciso da Seymour Pierce.
 * In rosso gli assicurativi , con AVIVA (AV.L: Quotazione) debole
dopo che Ubs ne ha avviato la copertura con 'neutral'.
 * Soffrono i media , con VIVENDI (VIV.PA: Quotazione) che non
beneficia del miglioramento del target price, a 24,5 da 24 euro,
da parte di Deutsche Bank.
 * Zoppicano i petroliferi . La norvegese PETROLEUM
GEO-SERVICES (PGS.OL: Quotazione) in picchiata dopo aver aggiornato la
guidance sull'anno prossimo.
 * Nel contesto di un paniere del lusso  in ribasso,
SEB (SEBF.PA: Quotazione) viaggia in controtendenza: Natixis ne ha
incrementato il target price a 85 da 75 euro.
 * Segno meno per il retail , mentre i tecnologici
 sono penalizzati soprattutto dalla flessione di
ALCATEL-LUCENT ALUA.PA.
 * Si difendono le tlc , che registrano la discreta
andatura di VODAFONE (VOD.L: Quotazione), il cui target price è stato
portato da Nomura a 205 da 200 pence.
 * Il paniere dei viaggi e del tempo libero  arranca,
ma AIR FRANCE-KLM (AIRF.PA: Quotazione) brilla dopo che Credit Suisse ne ha
alzato il rating ad 'outperform' da 'neutral'.
 * Buona performance delle utilities , con EDF
(EDF.PA: Quotazione) in evidenza, sebbene JP Morgan ne abbia tagliato il
target price a 44 da 50 euro.