BORSE EUROPA - Indici in calo su crisi zona euro, giù minerari

mercoledì 8 dicembre 2010 10:09
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,10    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.787,02    -0,56%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.112,16    -0,31%    1.045,76 
Stoxx banche             199,02    -0,49%      221,27 
Stoxx oil&gas            325,04    -0,11%      330,54 
Stoxx tech               207,48    -0,55%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 8 dicembre (Reuters) - Le piazze europee arretrano
dopo i guadagni delle ultime sedute, dopo aver tentato un
effimero recupero, indebolite dai timori sulle condizioni del
debito sovrano in europa, la quale si è andata a sommare la
flessione del prezzo delle materie prime e la relativa
ripercussione sui minerari.
 "La crisi del debito della zona euro non se ne è andata. La
Spagna resta la cosa da osservare", ha detto Bernard McAlinden,
investment strategist per Nbc Stockbrokers a Dublino.
 "Questo tuttavia non sarà sufficiente a fermare un rally
nell'azionario globale. I dati, specialmente i Pmi, sono stati
tutto sommato buoni, in particolare con buoni numeri in
Germania, sebbene il mercato del lavoro degli Stati Uniti
continui a deludere", ha aggiunto.
 I titoli legati alle materie prime  cedono lo 0,5%
circa.
 Intorno alle 10,10 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde lo 0,56%, dopo essere girato in positivo a
1.116,38 punti, vicino al massimo a due anni. Sui singoli
mercati il Ftse 100 britannico .FTSE cala dello 0,47%, il Dax
tedesco .GDAXI dello 0,62% e il Cac 40 francese .FCHI dello
0,43%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * ARCELORMITTAL (ISPA.AS: Quotazione) (-0,3%) ha annunciato l'atteso
piano per lo scorporo della sua divisione di produzione di
acciaio inossodabile. Poco mosso il titolo.
 * VEDANTA (VED.L: Quotazione), RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) KAZAKHMYS (KAZ.L: Quotazione) e
XSTRATA XTA.L cedono tra l'1,3% e l'1,7%.
 * Il titolo di UBS UBSN.VX è in lieve flessione (+0,2%),
poco turbato dal secondo ricorso presentato da Irving Picard, il
legale che lavora per recuperare i soldi degli investitori
truffati da Bernard Madoff, per ulteriori 555 milioni di
dollari, portando così il totale a 2,5 miliardi di dollari.
 * EADS EAD.PA mette a segno un rialzo del 2,5% circa,
grazie a un'intervista al direttore finanziario Hans Peter Ring,
che ha detto al quotidiano tedesco Boersen Zeitung di aspettarsi
un miglioramento significativo dell'utile netto nel 2012.