17 novembre 2010 / 09:21 / tra 7 anni

BORSE EUROPA - Indici in lieve rialzo, brillano farmaceutiche

                             indici              chiusura 
                          alle 10,10    var.         2009  --------------------------------------------------------------- EuroStoxx50 .STOXX50E       2.791,27    +0,36%    2.966,24  FTSEurofirst300 .FTEU3      1.090,19    +0,33%    1.045,76  Stoxx banche .SX7P            204,68    +0,60%      221,27  Stoxx oil&gas .SXEP           311,92    +0,13%      330,54  Stoxx tech .SX8P              197,80    +0,66%      184,35 ----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 17 novembre (Reuters) - Le piazze europee mettono a segno cauti rialzi, rimbalzando dopo le perdite di ieri quando gli investitori erano in attesa della risoluzione della questione irlandese.
 Dublino ha ribadito di non volere un salvataggio ma l‘Eurogruppo, nel suo incontro di ieri, ha deciso per una missione congiunta Ue-Fmi-Bce che possa preparare il terreno per un pacchetto di aiuti.
 “Quello che l‘Irlanda deve fare è di riuscire a creare tanta fiducia quanto basta per sfilarsi dalle prime pagine. Devono creare stabilità, anche se non hanno nulla in mano”, ha detto Justin Urquhart, direttore di Seven Investment Management.
 Buona seduta per il segmento farmacautico .SXDP, in rialzo dello 0,8%, grazie a titoli come Glaxosmithkline (GSK.L) (+2,14%) che beneficia dell‘ok dell‘autorità Usa per il farmaco Benlysta contro il Lupus.
 Intorno alle 10,10 l‘indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 guadagna lo 0,36%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico .FTSE sale dello 0,08%, il Dax tedesco .GDAXI dello 0,41% e il Cac 40 francese .FCHI dello 0,35%.
  
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tra le farmaceutiche, la svizzera ACTELION ATLN.VX balza di oltre l‘8% su voci di un possibile takeover da parte dell‘americana AMGEN (AMGN.O). BAYER (BAYGn.DE) guadagna lo 0,85%, dopo che Deutsche Bank ne ha alzato il target price a 63 euro da 58 dopo i risultati positivi del farmaco Xarelto, e JP Morgan a 69 euro da 61.
 * La farmaceutica svizzera ROCHE ROG.VX (+1,5%) ha annunciato drastici tagli per contenere i costi. Nell‘arco di due anni la società punta a eliminare 4.800 lavoratori pari al 6% della forza lavoro e ridurre i costi di 2,4 miliardi di franchi svizzeri, dei quali 1,8 miliardi l‘anno prossimo. Il titolo guadagna l‘1,6%.
 * INFINEON (IFXGn.DE) guadagna l‘1,8%. All‘indomani dell‘annuncio di voler tornare a pagare dividendi dopo dieci anni sono arrivate le promozioni da parte di Goldman Sachs (dividendo a 0,10 euro “incoraggiante”), Nomura (target a 6,3 euro da 5,8), Natixis (target a 8 euro da 7,1), Bnp Paribas (target a 8 euro da 7,30), Citi (target a 7 da 6,25) e Rbs (giudizio a ‘buy’ da ‘hold’).
 * La produttrice di alimenti NORTHERN FOODS NFDS.L e l‘irlandese GREENCORE GROUP GNC.I si fonderanno in un gruppo che si chiamerà Essenta Foods con sede a Dublino. I titoli balzano di oltre il 20%.
 * VALLOUREC (VLLP.PA) cede circa l‘1%. Jp Morgan ha tagliato il giudizio sulla produttrice di acciaio francese a ‘neutral’ da ‘overweight’.
        

0 : 0
  • narrow-browser-and-phone
  • medium-browser-and-portrait-tablet
  • landscape-tablet
  • medium-wide-browser
  • wide-browser-and-larger
  • medium-browser-and-landscape-tablet
  • medium-wide-browser-and-larger
  • above-phone
  • portrait-tablet-and-above
  • above-portrait-tablet
  • landscape-tablet-and-above
  • landscape-tablet-and-medium-wide-browser
  • portrait-tablet-and-below
  • landscape-tablet-and-below