BORSE EUROPA - Indici a nuovi massimi da oltre due anni dopo WS

martedì 9 novembre 2010 16:27
 

                             indici              chiusura
                         alle 16,20      var.        2009
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.898,30    +1,06%    2.966,24
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.119,31    +0,76%    1.045,76
Stoxx banche             213,06    +1,01%      221,27
Stoxx oil&gas            323,61    +1,48%      330,54
Stoxx tech               203,66    +1,39%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 9 novembre (Reuters) - Si porta al nuovo record da
oltre due anni l'azionario del vecchio continente, complice
anche l'inversione di tendenza di Wall Street che ha imboccato
la via del rialzo dopo una partenza senza slancio.
 Gli operatori parlano di un clima di fondo rialzista dopo i
confortanti risultati delle ultime trimestrali, le misure Fed a
sostegno del rilancio dell'economia Usa e dati macro in qualche
caso migliori delle attese come in quello particolarmente
importante degli occupati mensili Usa.
 Il quadro appare positivo anche a giudicare dai grafici, con
gli analisti tecnici che scommettono su un rally che potrebbe
proseguire fino a fine anno.
 L'indice sulla volatilità del Dax, Vdax-New , visto
come barometro sul nervosismo degli investitori, mostra intanto
una maggiore propensione al rischio.
 A livello di comparti tra i più favoriti vanno segnalati i
minerari, premiati dall'apprezzamento delle materie prime
metallifere, ma bene fanno anche i settori tech e quello degli
energetici.
 Intorno alle 16,20 l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3 avanza
di 0,84%, sui massimi da fine settembre 2008, qualche giorno
dopo il crack Lehman. Sulle singole piazze l'indice Ftse 100
britannico .FTSE guadagna 0,67%, il Cac 40 francese .FCHI
1,09% e il Dax tedesco .GDAXI 0,8%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
  * Avanza di circa 1,5% la francese Danone (DANO.PA: Quotazione), che
secondo quanto riferisce il sito web del 'Wall Street Journal'
potrebbe dismettere le attività legate all'acqua. Il gruppo è
secondo al mondo nel settore della produzione di bottiglie
d'acqua, detentore di marchi come Evian
 * Rimbalza circa 7% il titolo Porsche (PSHG_p.DE: Quotazione), premiato
da speculazioni secondo cui la controllante Volkswagen
(VOWG_p.DE: Quotazione), a propria volta in rialzo di oltre 3%, potrebbe
pagare in contante per la restante quota delle attività auto
senza una fusione con la holding appesantita dal debito
 * Ritraccia di circa 5% Carlsberg (CARLb.CO: Quotazione) dopo il
trimestre che evidenzia la perdita di una quota del mercato
russo e l'annuncio che il rincaro dell'orzo deprimerà i
risultati dell'Europa orientale del prossimo trimestre e del
prossimo anno, per cui il gruppo ipotizza un utile inferiore
alle attese di una parte del mercato
 * L'ennesimo record di tutti i tempi per le quotazioni del
metallo giallo premia in generale il comparto dei minerari, dove
si distinguono il +7% di Petropavlovsk (POG.L: Quotazione) e il +4% di
Randgold (RRS.L: Quotazione)
 * Molto bene Adidas (ADSGn.DE: Quotazione), in rialzo di circa 3,5% dopo
il miglioramento del 'target price' da parte di Jp Morgan
 * Scivola di oltre 5% la britannica Intercontinental (IHG.L: Quotazione)
in seguito alla pubblicazione del trimestre che almeno in parte
delude le attese dei mercati
 * Tra i bancari da sottolineare il +3,3% di Barclays
(BARC.L: Quotazione), reduce dall'annuncio del marcato miglioramento delle
sofferenze di cui beneficia l'utile del terzo trimestre
 * Amplia la correzione fino a superare il -20% Yell YELL.L
dopo aver ridotto la guidance sul terzo trimestre