BORSE EUROPA - Toccano massimi due anni, occhi a trimestrali

martedì 9 novembre 2010 10:13
 

                             indici              chiusura
                         alle 10,00      var.        2009
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.878,44    +0,37%    2.966,24
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.116,00    +0,46%    1.045,76
Stoxx banche             212,23    +0,62%      221,27
Stoxx oil&gas            320,74    +0,58%      330,54
Stoxx tech               202,05    +0,59%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 9 novembre (Reuters) - Le borse europee sono in
moderato rialzo dopo un'ora di contrattazioni, portandosi sui
massimi di oltre due anni grazie ai buoni risultati e alle
prospettive ottimistiche annunciati da varie società.
 Sullo sfondo restano comunque i rinnovati timori per i
problemi di debito della zona euro. Ieri Fitch ha tagliato il
rating sul credito di quattro banche portoghesi a causa di
crescenti rischi di raccolta e liquidità, oltre che di un
deterioramento della performance domestica e della qualità degli
asset.
 Intorno alle 10 l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3 sale di
circa mezzo punto percentuale sui livelli più alti da settembre
2008, mentre sulle singole piazze l'indice Ftse 100 britannico
.FTSE guadagna lo 0,5%, il Cac 40 francese .FCHI lo 0,3% e
il Dax tedesco .GDAXI lo 0,2%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
  * VODAFONE (VOD.L: Quotazione) sale dell'1,3% sulla scia dei risultati
del primo semestre, la revisione al rialzo delle stime di utile
per l'intero anno e la cessione della quota nella giapponese
SoftBank (9984.T: Quotazione) per 3,1 miliardi di sterline.
 * Dopo un avvio in denaro, la compagnia di riassicurazione
tedesca MUNICH RE (MUVGn.DE: Quotazione) cede circa mezzo punto percentuale.
Il gruppo oggi ha comunicato un utile netto trimestrale sopra le
attese e ha alzato gli obiettivi 2010.
 * Anche SWISSCOM SCMN.VX ha alzato il target per fine anno
dopo risultati dei nove mesi stabili e il titolo avanza
dell'1,7%.
 * HERMES (HRMS.PA: Quotazione) festeggia con un +4% la revisione al
rialzo degli obiettivi di fatturato e margini per l'esercizio
dopo che la ripresa del settore del lusso è continuata nel terzo
trimestre. 
 * BARCLAYS (BARC.L: Quotazione), che stamattina ha annunciato i
risultati dei nove mesi con un netto calo delle sofferenze, sale
del 2,7%.
 * I risultati del terzo trimestre migliori del previsto
spingono ADECCO ADEN.VX in rialzo di oltre il 3% e DEUTSCHE
POST (DPWGn.DE: Quotazione) di più del 2%.
 * Sul fronte opposto, il gruppo delle pagine gialle
britannico YELL GROUP YELL.L affonda di quasi il 12% dopo aver
tagliato la guidance del terzo trimestre.
 * MARKS & SPENCER (MKS.L: Quotazione) lascia sul terreno l'1,8%. La
catena britannica ha detto che spenderà ulteriori 300 milioni di
sterline all'anno per tre anni su iniziative per migliorare i
punti vendita chiave nel Regno Unito, oltre che le attività
online e estere. Il gruppo oggi ha anche annunciato i risultati
del primo semestre al 2 ottobre, con un utile prima delle tasse
e di voci straordinarie di 348,6 milioni di sterline, appena
sopra le attese degli analisti.