BORSE EUROPA -Indici poco mossi dopo Pil Usa, deboli minerari

venerdì 29 ottobre 2010 16:20
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,10    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.541,20    -0,08%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.086,60    +0,07%    1.045,76 
Stoxx banche             208,86    -0,47%      221,27 
Stoxx oil&gas            306,75    +0,61%      330,54 
Stoxx tech               201,94    -0,08%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 29 ottobre (Reuters) - Le piazze europee sono
sostanzialmente piatte dopo il dato Usa sul Pil come nelle
attese.
  Intorno alle 16,10 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde lo 0,1%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE cala dello 0,07%, il Dax tedesco .GDAXI
dello 0,09%, mentre il Cac 40 francese .FCHI sale di appeno lo
0,04%.
 "Assistiamo a un mercato nervoso. C'è il timore che forse i
mercati azionari nelle ultime settimane siano andati un po'
oltre la ripresa", osserva un trader.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * In calo i minerari che risentono dei prezzo delle materie
prime messi sotto pressione dal rimbalzo del dollaro. Xstrata
XTA.L e Rio Tinto (RIO.L: Quotazione) sono negativi.
 * TOTAL (TOTF.PA: Quotazione) in lieve rialzo. Il gruppo ha lasciato la
sua guidance invariata dopo che nel terzo trimestre ha visto
l'utile netto salire del 32% a 2,48 miliardi di dollari, per
effetto di più elevati prezzi di greggio e gas, e la produzione
aumentare del 4,3% a 2,34 milioni di barili di greggio
equivalenti al giorno.
 * BRITISH AIRLINES BAY.L torna in nero per la prima volta
da due anni, con un utile pre-tasse nei primi sei mesi dell'anno
a 158 milioni di sterline dai 292 milioni di perdita del periodo
di riferimento 2009. Il vettore britannico si aspetta di
continuare a crescere anche nel 2011. Il titolo scivola di circa
il 2,5%.
 * BRITISH PETROLEUM (BP.L: Quotazione) guadagna circa l'1% dopo che un
rapporto della Casa Bianca ha determinato che il cemento usato
da Halliburton (HAL.N: Quotazione) nel pozzo del Golfo era difettoso.
 * VOLKSWAGEN (VOWG_p.DE: Quotazione) privilegio in progresso dell'1,5%.
Citigroup ha alzato il target price a 125 da 108 euro con rating
'buy', e quello sulle ordinarie (VOWG.DE: Quotazione) (+0,7%) a 100 da 89 e
rating 'hold'. Positiva anche Ubs che alza il target price sulle
prime a 115 da 87 euro e rating 'neutral'.
 * PIRAEUS BANK (BOPr.AT: Quotazione) cede il 6,7% dopo che la banca ha
annucniato un piano per aumentare il capitale di 1,05 miliardi
di euro.