BORSE EUROPA - Indici riducono perdite dopo dato case Usa

mercoledì 27 ottobre 2010 16:09
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,10    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.850,27    -0,21%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.087,82    -0,20%    1.045,76 
Stoxx banche             211,53    +0,53%      221,27 
Stoxx oil&gas            304,30    -0,36%      330,54 
Stoxx tech               203,54    -0,18%      184,35
----------------------------------------------------------------
 PARIGI, 27 ottobre (Reuters) - Gli indici delle borse
europee hanno recuperato buona parte delle perdite della
mattinata dopo la diffusione sul dato delle vendite di nuove
case unifamiliari Usa, che a settembre sono salite del 6,6%.
 L'azionario del vecchio continente aveva accelerato le
proprie perdite dopo la diffusione dei dati sui nuovi ordini di
beni durevoli che sono sì saliti, ma non nel cruciale segmento
dei trasporti. Il ribasso era stato poi confermato dalla debole
apertura di Wall Street, con il Dow Jones .DJI meno 0,6%.
 Gli investitori restano inoltre cauti, in attesa di valutare
quale possa essere l'impatto di un miglioramento del sentiment,
grazie anche a solidi risultati dalle lato banche, sull'entità
delle misure di allentamento quantitativo della Federal Reserve.
 Particolarmente penalizzato il settore dei minerari e delle
materie prime  (-1,6%), prima vittima della ripresa del
dollaro. In progresso dello 0,5% invece il paniere che raccoglie
il settore finanziario .
 Poco dopo le 16,00 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 perde 0,20%: sui singoli mercati il Ftse 100 britannico
.FTSE cede 0,61%, il Dax tedesco .GDAXI 0,12% e il Cac 40
francese .FCHI 0,10%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Venduto il comparto dell'industria estrattiva: cedono il
3,2% XSTRATA XTA.L, e oltre il 2% ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione) e RIO
TINTO (RIO.L: Quotazione).
 * In progresso dell'1,8% DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione), con
l'istituto di credito tedesco che ha archiviato il terzo
trimestre con una perdita pre tasse di 1 miliardo di euro, sul
quale pesa l'esborso da 2,3 miliardi per DEUTSCHE POSTBANK
DPBGn.DE. Secondo gli analisti il risultato della banca, che
si è detta ottimista per il quarto trimestre, è comunque
migliore delle sue concorrenti.
 * NORDEA (NDA.ST: Quotazione), la più grande banca scandinava, ha
registrato un utile trmestrale sopra attese e avanza del 3,5%.
 * ELECTROLUX (ELUXb.ST: Quotazione) ha completamente bruciato i guadagni
della mattinata, quando realizzava un +3,5% grazie a una
trimestrale sopra le attese, e arriva a cedere oltre il 4%.
Secondo un analista sul titolo della società specializzata in
elettrodomestici pesano le dichiarazioni sull'aumento dei costi
delle materie prime.
 * Sulla piazza di Amsterdam aggressive le vendite del titolo
HEINEKEN (-4,4%), che sconta il deludente giro d'affari
dell'ultimo trimestre a riflesso dell'estate meno calda della
media, delle misure di austerity e della debole fiducia dei
consumatori europei e Usa.