BORSE EUROPA - Indici poco mossi, attenzione su banche

mercoledì 20 ottobre 2010 10:02
 

                             indici              chiusura 
                          alle 9,45    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.831,04    -0,22%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.082,47    -0,05%    1.045,76 
Stoxx banche             213,80    -0,12%      221,27 
Stoxx oil&gas            304,61    -0,67%      330,54 
Stoxx tech               199,24    -0,21%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 20 ottobre (Reuters) - Le borse europee sono poco
mosse in avvio di seduta, con le banche sotto i riflettori sulle
preoccupazioni per lo stato di salute del settore finanziario.
 "C'è nervosismo dopo i timori sui pignoramenti di Bank of
America" commenta Will Hedden di IG Index. Sul comparto pesano i
timori che altre banche possano essere costrette a riprendersi
miliardi di dollari di mutui.
 Intorno alle 9,45 l'indice FTSEurofirst 300 .FTEU3 è
sostanzialmente piatto. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE cede lo 0,1%, così come il Dax tedesco
.GDAXI, e il Cac 40 francese .FCHI arretra dello 0,2%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Nel settore farmaceutico NOVO NORDISK (NOVOb.CO: Quotazione) balza di
oltre il 6% dopo che le autorità Usa non hanno dato il via
libera a un farmaco per il diabete sviluppato dalle rivali
Amylin Pharmaceuticals AMLN.O e Eli Lilly (LLY.N: Quotazione), notizia che
potrebbe favorire le prospettive del nuovo prodotto chiave
Victoza del gruppo danese.
 * PSA PEUGEOT CITROEN (PEUP.PA: Quotazione) ha ritoccato al rialzo le
stime di utile operativo per l'esercizio dopo aver dato
previsioni più ottimistiche per i mercati dell'auto in Europa,
Cina e America Latina, ma il titolo cede l'1,3% con operatori e
analisti che considerano cauta la nuova guidance.
 * BASF (BASFn.DE: Quotazione) sale dell'1% dopo che il gigante tedesco
della chimica ha migliorato le proprie previsioni sul 2010
archiviando un solido terzo trimestre. 
 * Cede invece lo 0,8% TOMTOM (TOM2.AS: Quotazione) sulla scia di un
utile netto del terzo trimestre che ha mancato le attese.