BORSE EUROPA - Indici a massimi tre settimane con Wall Street

mercoledì 13 ottobre 2010 16:32
 

                             indici              chiusura 
                           alle 16,25   var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.832,10    +2,03%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.086,14    +1,39%    1.045,76 
Stoxx banche             214,11    +1,21%      221,27 
Stoxx oil&gas            306,35    +1,38%      330,54 
Stoxx tech               203,55    +2,32%      184,35
----------------------------------------------------------------
 PARIGI, 13 ottobre (Reuters) - Viaggiano in deciso rialzo
confermando il record delle ultime tre settimane gli indici
delle borse europee, confortati dal debutto in positivo di Wall
Street e rafforzati dal superamento di livelli tecnici
importanti sui grafici.
 I trimestri migliori delle attese annunciati dai giganti Usa
Intel (INTC.O: Quotazione) e Jp Morgan (JPM.N: Quotazione) migliorano intanto il livello
di fiducia degli investitori sulla prossima stagione di
risultati societari.
 In marcato calo intanto l'indice che misura la volatilità
degli indici azionari, che si porta sul minimo da sei mesi a
segnale della ritrovata propensione al rischio da parte degli
investitori.
 "I risultati di Jp Morgan mostrano che la stagione delle
trimestrali resta positiva: da un punto di vista più generale
sembra che il peggio sia ormai alle spalle e gli investitori
sembrano meno timorosi in materia di cattive sorprese per il
futuro" osserva Joerg Rahn di Macard, Stein & Co.
 Intorno alle 16,30 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 guadagna 1,4%; sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE risale di 1,38%, il Dax tedesco .GDAXI di
1,95% e il Cac 40 francese .FCHI di 1,91%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Bene i bancari, tra cui spicca il +3,7% di Deutsche Bank
(DBKGn.DE: Quotazione) e il +2,75% del Banco Santander (SAN.MC: Quotazione). Guida la
risalita dei finanziari National Bank of Greece (NBGr.AT: Quotazione), in
rialzo di oltre 5% grazie al marcato restringimento degli spread
dei governativi contro Germania e al successo dell'aumento di
capitale.
 * In controtendenza viaggia la britannica Standard Chartered
(STAN.L: Quotazione), le cui attività sono concentrate soprattutto sui
mercati asiatici, che cede oltre 2% dopo l'annuncio dell'offerta
di nuove azioni per 5,3 miliardi di dollari.
 * Molto bene i titoli legati ai servizi petroliferi:
avanzano di circa 6% Cgg Veritas (GEPH.PA: Quotazione), di 11% Tgs Nopec Geo
(TGS.OL: Quotazione) e di oltre 5% Bourbon (GPBN.PA: Quotazione) grazie all'anticipo di
sette settimane nella rimozione del divieto Usa di perforazione
in giacimenti di acque profonde.
 * Decisamente positivi i minerari, con Rio Tinto (RIO.L: Quotazione) e
Xstrata XTA.L in rialzo di poco meno di 4%.
 * Progresso superiore a 5% per l'olandese Asml (ASML.AS: Quotazione),
produttrice di macchine per chip che vanta tra i principali
clienti Intel, il cui utile netto del terzo trimestre ha
superato le aspettative dei mercati.
 * Pesante Burberry (BRBY.L: Quotazione), che arretra di oltre 3% nel
giorno della trimestrale