BORSE EUROPA - Indici piatti, bene tecnologiche su Nokia,Alcatel

lunedì 11 ottobre 2010 10:17
 

                             indici              chiusura 
                          alle 10,00    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.785,62    +0,01%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.071,71    +0,10%    1.045,76 
Stoxx banche             211,83     0,00%      221,27 
Stoxx oil&gas            305,07    -0,18%      330,54 
Stoxx tech               197,48    +0,56%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 11 ottobre (Reuters) - Le piazze europee sono piatte
dopo aver accennato un tentativo di rialzo nelle prime battute
sulla scia di Wall Street, che venerdì ha chiuso in rialzo dopo
i deludenti dati sulla disoccupazione Usa che avevano dato nuova
linfa alle attese di una nuova iniezione di liquidità Fed.
 "Il mercato si sta chiaramenta aspettando un allentamento
quantitativo e lo ha già prezzato. I dati continuano a essere
quello che ci si aspetta, ovvero una ripresa parziale", ha detto
Richard Lacaille, global chief investment officer per State
Street a Londra.
 I titoli legati alle tecnologiche  sono tra i
migliori, in rialzo dello 0,56%.
 Intorno alle 10,00 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 è piatto. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico
.FTSE sale dello 0,06%, il Dax tedesco .GDAXI dello 0,09% e
il Cac 40 francese .FCHI dello 0,14%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * NOKIA NOK1V.HE sale di oltre il 2% dopo essere stata
promossa da Nordea a "strong buy" da "buy". Il titolo trascina
il paniere delle tecnologiche, assieme ad ALCATEL-LUCENT
ALUA.PA (+2%), in testa al Cac 40, che rimbalza dopo aver
subito prese di profitto nelle ultime sedute.
 * CREDIT SUISSE CSGN.VX e UBS UBSN.VX, in calo dello
0,2% e dello 0,8%, scontano il taglio di target price da parte
di Deutsche Bank rispettivamente a 58 franchi svizzeri da 64 e a
21 da 22.
 * EADS EAD.PA cede oltre il 3% scontando l'apprezzamento
dell'euro e il taglio di Citigroup del suo giudizio a "hold" da
"buy".
 * BENETEAU (CHBE.PA: Quotazione) balza del 4,5%. Il settimanale francese
La Lettre de L'Expansion scrive che la società si aspetta un
balzo delle vendite del 25% per l'anno fiscale 2010-2011.
 * STATOIL (STL.OL: Quotazione) cede lo 0,55%. La petrolifera norvegese,
che sta ampliando le sue attività nell'estrazione di gas da
scisti bitumosi, ha annunciato la creazione di una joint venture
con la canadese Talisman TLM.TO per acquisire un terreno sul
prospetto di Eagle Ford in Texas per 1,325 miliardi di dollari.
 * ASTRAZENECA (AZN.L: Quotazione) sale dello 0,3%, la farmaceutica ha
annunciato che il suo farmaco antidolorifico Vimovo prodotto con
Pozen POZN.O è stato approvato in 23 paesi.
 * La farmaceutica tedesca MERCK (MRCG.DE: Quotazione) perde l'1,4% dopo
che uno studio indipendente ha messo in dubbio i benefici del
farmaco Erbitux contro il cancro intestinale. A settembre anche
la claridibina, pillola contro la sclerosi multipla, era stata
bocciata dalle autorità europee.
 * TEN CATE NTCN.AS balza del 3,6%. La produttrice olandese
di materiali avanzati e tessili ha annunciato di aspettarsi un
rialzo significativo nelle vendite di tassuti militari.
 * PRUDENTIAL (PRU.L: Quotazione) cede l'1,6%. JP Morgan Cazenove ha
tagliato il rating sull'assicuratrice a "underweight" da
"neutral".