BORSE EUROPA -Indici riducono guadagni dopo occupati Adp Usa

mercoledì 6 ottobre 2010 16:46
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,30    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.777,63    +0,69%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.070,63    +0,45%    1.045,76 
Stoxx banche             213,98    +0,39%      221,27 
Stoxx oil&gas            307,36    +0,64%      330,54 
Stoxx tech               195,59    -1,61%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 6 ottobre (Reuters) - Le borse europee hanno ridotto
una parte dei loro guadagni dopo la diffusione, nel primo
pomeriggio, del dato sugli occupati Usa nel settore privato. I
posti di lavoro sono risultati a sorpresa in calo, alimentando
così le attese di nuove misure di stimolo da parte delle banche
centrali.
 In evidenza i titoli minerari  (+1,8%), che
beneficiano dell'aumento dei prezzi delle materie prime. L'oro
spot ha segnato un nuovo record e il palladio è ai suoi massimi
da nove anni per effetto anche della debolezza del dollaro.
 Oggi Credit Suisse global ha ridotto la raccomandazione sul
peso assegnato all'azionario dell'Europa continentale,
portandola a "benchmark" da "overweight".
 Alle 16,30, l'indice Ftseurofirst 300 .FTEU3 guadagna lo
0,45%. Rialzi anche per Londra .FTSE (+0,76%), Parigi .FCHI
(+0,74%) e Francoforte .GDAXI (+0,90%).
 I titoli in evidenza:
 * La produttrice di software AUTONOMY CORP AUTN.L crolla
di oltre il 17%, affossando il sotto-indice dei tecnologici,
dopo aver tagliato del 3% la guidance sul fatturato dell'intero
anno, a cui ha fatto seguito il taglio del giudizio da parte di
S&P Equity Research a "hold" da "buy".
 * SAINSBURY (SBRY.L: Quotazione) cede lo 0,7%. Le vendite della catena
di negozi alimentari sono cresciute del 2,9% negli ultimi tre
mesi (1,5-3% la forbice delle attese). Il gruppo tuttavia ha
detto di aspettarsi difficoltà per i consumatori in vista di un
aumento delle tasse e un taglio della spesa pubblica da parte
del governo britannico per ridurre il debito pubblico.
 * Poco mossa l'olandese CRUCELL CRCL.AS, dopo che i
vertici del gruppo hanno approvato il prezzo di 24,75 euro cash
per azione offerto da Johnson & Johnson (JNJ.N: Quotazione), nonostante
alcuni azionisti avessero chiesto un importo maggiore. L'offerta
di J&J vale complessivamente 1,75 miliardi di euro.
 * DEUTSCHE BANK (DBKGn.DE: Quotazione) sale dell'1,6%. La banca tedesca
ha raccolto 10,2 miliardi di euro con il suo aumento di capitale
mirato ad acquistare DEUTSCHE POSTBANK DPBGn.DE e a rispettare
i nuovi requisiti di capitale.
 * WELLSTREAM WSML.L cede il 2% circa dopo aver rifiutato
l'offerta da 755 milioni di sterline (750 pence ad azione)
avanzata da General Electric (GE.N: Quotazione) per la compagnia di servizi
petroliferi.
* Il colosso danese della birra CARLSBERG (CARLb.CO: Quotazione) ha
lanciato un nuovo bond a sette anni per un valore di circa 1
miliardo di euro che secondo gli analisti potrebbe indicare che
il gruppo si sta preparando per nuovi investimenti in Asia.