BORSE EUROPA - Indici positivi in attesa Fed, bene BP

lunedì 20 settembre 2010 09:55
 

                             indici              chiusura 
                           alle 9,50    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.773,50    +0,58%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.078,20    +0,50%    1.045,76 
Stoxx banche             219,85    +0,21%      221,27 
Stoxx oil&gas            301,81    +0,64%      330,54 
Stoxx tech               198,38    +0,51%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 20 settembre (Reuters) - Le piazze europee sono in
lieve rialzo, con gli investitori ottimisti in attesa della
riunione della Federal Reserve di domani e dal rialzo di British
Petroleum, ora che la falla nel Golfo del Messico è sata
definitivamente chiusa.
 "Dopo la perdite di venerdì, non abbiamo avuto altre cattive
notizie nel fine settimana e così il sentiment è migliore", ha
detto Will Hedden, sales trader per Ig Index. "Mi aspetto una
settimana volatile, con l'evento più importante dato
dall'incontro della Fed di domani".
 Intorno alle 9,50 l'indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3
sale dello 0,58%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico
.FTSE guadagna lo 0,79%, il Dax tedesco .GDAXI lo 0,47% e il
Cac 40 francese .FCHI lo 0,74%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * BRITISH PETROLEUM (BP.L: Quotazione) sale dell'1,8%. Nel fine
settimana un'ultima colata di cemento ha sigillato
definitivamente il pozzo nel Golfo del Messico dal quale sono
furiusciti oltre 4 milioni di barili di petrolio.
 * Q-CELLS QCEG.DE sale di circa il 2,5% dopo un balzo di
oltre il 6% nelle prime battute, dopo aver annunciato di
riuscire a recuperare prima delle attese il prestito da 225
milioni di dollari fatto alla sua fornitrice cinese LDK LDK.N.
 * La francese SAFRAN (SAF.PA: Quotazione) avanza del 3,2% circa. La
società che produce motori per aerei, occhiali militari e
equipaggiamenti di sicurezza, ha confermato l'accordo da 830
milioni di euro per acquistare L-1 Identity Solutions con le sue
attività per l'identità biometrica. L'AD ha detto di essere
sempre interessato a un "riavvicinamento" a ZODIAC (ZODC.PA: Quotazione)
(-2,4%), ma gli azionisti chiave della società di forniture
aerospaziali hanno firmato nel fine settimana un patto di
sindacato per non vendere le azioni in loro possesso prima
dell'aprile 2012.
 * PETRA DIAMONDS (PDL.L: Quotazione)è in progresso di oltre l'11%, dopo
che l'AD, Johan Dippenaar, ha detto che ci sono trattative in
corso per comprare le miniere sudafricane di Finsh
e Namaqualand dalla DE Beers, controllata al 45% da Anglo
American (AAL.L: Quotazione).