BORSE EUROPA - Indici in prevalenza deboli, pesa ribasso utility

martedì 14 settembre 2010 14:59
 

                             indici              chiusura 
                          alle 15,00    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.799,78    -0,19     2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.086,68    -0,12%    1.045,76 
Stoxx banche             226,65    -0,12       221,27 
Stoxx oil&gas            305,52    +0,01%      330,54 
Stoxx tech               199,25    -0,01%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 14 settembre (Reuters) - Le borse europee sono
deboli nel pomeriggio in vista di altri dati economici Usa oggi,
come quelli sulle scorte all'industria a luglio.
 "I fondamentali non sono in salute. Forse possiamo salire da
qui, ma tutti esprimono cautela", osserva un broker.
 Oggi l'indice Zew tedesco ha mostrato che il sentimento
degli investitori è passato in negativo a settembre per la prima
volta da marzo 2009, un ulteriore segnale che la ripresa della
principale economia europea sta perdendo il suo momento.
 Intorno alle 15,00 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 arretra dello 0,05%. Tra i singoli mercati cede lo
0,07% il Ftse 100 britannico .FTSE, sale dello 0,04% il Dax
tedesco .GDAXI e dello 0,05% il Cac 40 francese .FCHI.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Le utility fra i titoli più venduti con RWE RWEG.De ed
E.ON EONGn.De in calo del 2,4% e del 3,5% rispettivamente, a
seguito di una serie di studi negativi da parte delle banche
d'affari. Unicredit ha ridotto E.On a "hold" da "buy" e Soc Gen
Rwe a "sell" da "hold".
 * Fra i migliori i titoli chimici, con UMICORE (UMI.BR: Quotazione),
BAYER (BAYGn.DE: Quotazione) e WACKER CHEMIE (WCHG.DE: Quotazione) in crescita fra lo
0,7 e l'1,1%. 
 Lettera su PHILIPS (PHG.AS: Quotazione) che ha comunicato i target di
crescita al 2015, non ambiziosi secondo gli analisti.
 * Progresso superiore al 2% per SUEZ ENVIRONNEMENT (SEVI.PA: Quotazione)
grazie alla promozione a "overweight" da parte di Morgan
Stanley.
 * Forte il gruppo britannico della difesa, COBHAM (COB.L: Quotazione) in
crescita di oltre il 2%. Anche in questo caso aiuta un upgrade.
Credit Suisse ha migliorato il giudizio a "outperform",
rivedendo al rialzo anche le stime per il 2010.