BORSE EUROPA - Indici positivi grazie a Wall Street, bene BP

mercoledì 8 settembre 2010 16:33
 

                             indici              chiusura 
                           alle 16,15   var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.752,38    +0,98%    2.966,24
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.071,07    +0,87%    1.045,76 
Stoxx banche             218,62    +0,32%      221,27 
Stoxx oil&gas            302,92    +1,17%      330,54 
Stoxx tech               194,64    +1,89%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 8 settembre (Reuters) - Rimbalzano dai minimi della
mattinata gli indici delle borse europee, confortati dalla
partenza in denaro di Wall Street e dalla buona performance di
British Petroleum (BP.L: Quotazione) che favorisce le altre major del
greggio.
 Secondo l'ultimo rapporto investigativo interno della
compagnia britannica sarebbe stato un insieme di errori e non
una singola causa a provocare l'esplosione della piattaforma nel
Golfo del Messico e la conseguente marea nera.
 In rialzo di circa 2% sulla chiusura precedente, il titolo
BP beneficia anche del miglioramento della valutazione ad 'A' da
'BBB' annunciato stamane da Fitch.
 Gli operatori sono del parere che all'azionario abbia
giovato anche il confortante risultato dell'ultima asta di
governativi portoghesi, che migliora la fiducia degli
investitori frenando leggermente le vendite di bancari.
 Il settore dei titoli finanziari resta comunque uno dei
comparti più deboli, mentre decisamente meglio fanno
tecnologici, utility e dettaglianti.
 "Le major petrolifere si muovono in positivo, Fitch ha
migliorato il rating di BP e il clima di fiducia è aumentato in
parte dopo l'asta portoghese" commenta un operatore londinese.
 Intorno alle 16,20 il paniere delle blue chip europee
.FTEU3 risale di 0,99% a 2.754,10, sui massimi di seduta,
mentre guardando ai singoli listini fa +0,5% Londra .FTSE,
0,84% Francoforte .GDAXI e +0,94% Parigi .FCHI.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Energetici sugli scudi: risale di 0,9% BG BG.L, di circa
1% Total (TOTF.PA: Quotazione) con Repsol (REP.MC: Quotazione).
 * Ancora sofferenti per contro le principali banche: perdono
1,3% il titolo Barclays (BARC.L: Quotazione), 1,2% Societe Generale
(SOGN.PA: Quotazione), 3,2% Bank of Ireland (BKIR.I: Quotazione) e poco meno di 7%
National Bank of Greece (NBGr.AT: Quotazione), che ha annunciato ieri un la
neecssità di raccogliere 2,8 miliardi tramite un aumento di
capitale, una convertobile e la cessione di una quota nella
controllata turca.
 * Avanza di poco meno del 2% il titolo Sanofi-Aventis
(SASY.PA: Quotazione) dopo il miglioramento del target price da parte di
Citigroup.  L'AD della farmaceutica cerca di rilanciare il
takover di Genzyme Corp GENZ.O incontrando oggi gli azionisti
negli Usa dopo il rifiuto dell'offerta cash da 18,5 miliardi di
dollari la settimana scorsa
 * Le tedesche Infineon (IFXGn.DE: Quotazione) e Aixtron (AIXGn.DE: Quotazione)
perdono rispettivamente 1,3% e 3% dopo la decisione Ubs di
abbassare il giudizio sul settore europeo dei semiconduttori a
"underweight"
 * Telit (TELT.L: Quotazione), italiana quotata all'Aim di Londra, balza
del 3,57% dopo i risultati del primo semestre, archiviato con un
utile di 1,4 milioni di dollari e un Ebitda di 5,4 milioni