BORSE EUROPA - Indici volatili, farmaceutici compensano banche

mercoledì 8 settembre 2010 09:40
 

                             indici              chiusura 
                           alle 9,30    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.718,38    -0,32%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.061,30    -0,05%    1.045,76 
Stoxx banche             299,77    -1,27%      221,27 
Stoxx oil&gas            346,11    +0,41%      330,54 
Stoxx tech               192,01    +0,51%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 8 settembre (Reuters) - Le piazze europee hanno un
andamento volatile, con il settore farmaceutico che riesce a
compensare le perdite di quello finanziario che continua a
scontare i timori legati allo stato di salute delle banche.
 "A causa della crisi finanziaria, il capitale di base del
sistema bancario in Europa è ancora abbastanza sottile. Queste
paure legate alle banche se ne andranno di nuovo, ma nel
frattempo potrebbero ancora causare danni nei giorni a venire",
ha detto Luc Van Hecka, economista capo per Kbc Securities.
 "I fondamentali dell'economia sembrano leggermente migliori
oggi. L'idea che si scivolerà inevitabilmente in uno scenario
'double-dip' si è un po' indebolita", ha aggiunto.
 Il settore farmaceutico  guadagna lo 0,6% mentre il
paniere che raggruppa i titoli delle banche  cede lo 
 Intorno alle 9,30 l'indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3
perde lo 0,05%. Sui singoli mercati il Ftse 100 britannico
.FTSE cala dello 0,51%, il Dax tedesco .GDAXI dello 0,37% e
il Cac 40 francese .FCHI dello 0,40%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tra le principai banche del vecchio continente segnano le
perdite peggiori CREDIT AGRICOLE (CAGR.PA: Quotazione) cede quasi il 3%,
BANK OF IRELAND (BKIR.I: Quotazione) e BARCLAYS (BARC.L: Quotazione) circa il 2%.
 * SANOFI-AVENTIS (SASY.PA: Quotazione) sale dello 0,88%. Citigroup ha
alzato il target price a 61 da 70 euro. L'Ad della farmaceutica
Chris Viehbacher cerca di rilanciare il takover di Genzyme Corp
GENZ.O incontrando oggi gli azionisti negli Usa, dopo che
settimana scorsa la società statunitense di biotecnologie ha
rifiutato un'offerta cash di 18,5 miliardi di dollari.
 * VODAFONE (VOD.L: Quotazione) cede l'1%. Ieri il colosso mondiale delle
telecomunicazioni ha messo in vendita la sua quota del 3,2% in
China Mobile (0941.HK: Quotazione) per 6,5 miliardi di dollari.
 * SWISSCOM SCMN.VX perde lo 0,4%, dopo aver annunciato di
voler lanciare un'offerta sulle azioni Fastweb FWB.MI che
ancora non posside per un totale di 256 milioni. L'esborso, ha
detto la società non impedirà il pagamento di un dividendo nel
2011 in linea con quello del 2010.
 * Le tedesche INFINEON (IFXGn.DE: Quotazione) e AIXTRON (AIXGn.DE: Quotazione)
perdono rispettivamente il 3,2% e l'1,7%, dopo che Ubs ha
tagliato il giudizio sul settore europeo dei semiconduttori a
"underweight". Il target price di Infineon è stato tagliato a
4,7 euro da 5,35, e quello di Aixtron a 29 euro da 31.