BORSE EUROPA - Indici negativi su downgrade Irlanda, dati Usa

mercoledì 25 agosto 2010 16:19
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,05    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.571,08    -1,66%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.004,48    -1,48%    1.045,76 
Stoxx banche             205,58    -2,17%      221,27 
Stoxx oil&gas            284,03    -1,96%      330,54 
Stoxx tech               181,75    -1,41%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 25 agosto (Reuters) - Le borse europee viaggiano in
deciso ribasso, con il clima negativo innescato dal downgrade di
S&P sull'Irlanda ulteriormente aggravato nel primo pomeriggio da
dati Usa che hanno evidenziato per luglio una crescita molto
inferiore alle attese degli ordini di beni durevoli e vendite di
case nuove in deciso calo.
 Sull'azionario, dopo le pesanti perdite della vigilia,
continuano a gravare i timori sulle prospettive dell'economia
globale. Un sollievo effimero è arrivato in mattinata
dall'indice Ifo migliore del previsto, ma l'avvio in rosso di
Wall Street ha ulteriormente appesantito i listini del vecchio
continente.
 "C'è una forte focalizzazione sui dati economici adesso che
stiamo uscendo dalla stagione delle trimestrali. Gli investitori
si aspettano per lo meno una crescita molto lenta ma c'è sempre
il potenziale di 'doppio minimo' dell'economia e si guarda agli
indicatori macro per delineare il quadro su questa possibilità",
commenta uno strategist.
 Attorno alle 16,05 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 cede circa 1,5 punti percentuali. Sui singoli mercati
il Ftse 100 britannico .FTSE arretra dell'1,35%, il Dax
tedesco .GDAXI dell'1,15% e il Cac 40 francese .FCHI
dell'1,7%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Sotto pressione le banche irlandesi dopo il downgrade di
S&P sul debito sovrano del paese, a cui l'agenzia ha assegnato
un outlook negativo: BANK OF IRELAND  (BKIR.I: Quotazione) cede il 6,6% e
ALLIED IRISH BANK (ALBK.I: Quotazione) perde il 3,3%.
 * BHP BILLITON (BLT.L: Quotazione), autore di un'offerta ostile da 39
miliardi di dollari su Potash (POT.TO: Quotazione), lascia sul campo il 2%
circa dopo l'annuncio di una crescita del 47% degli utili del
secondo semestre, accompagnato però da cautela sulle prospettive
globali nel breve termine.
* TULLOW OIL (TLW.L: Quotazione) arretra di più dell'8% sulla scia di un
ritardo nello sviluppo dei giacimenti in Uganda a causa di una
disputa tra il governo e l'ex partner della società Heritage Oil
HOIL.L.
 * Sul fronte positivo, la compagnia di assicurazioni belga 
AGEAS (AGES.BR: Quotazione) sale del 2% dopo l'annuncio di un balzo della
raccolta del primo semestre, soprattutto in Asia, e buoni utili
del ramo Vita.
 * La conglomerata francese LAGARDERE (LAGA.PA: Quotazione) avanza di
oltre il 3% dopo che Exane Bnp Paribas ha alzato la
raccomandazione sul titolo a "outperform" da "underperform".
 * HEINEKEN  (HEIN.AS: Quotazione) guadagna lo 0,8% grazie a utili
semestrali migliori delle attese.