BORSE EUROPA - In rosso attendono Fed, minerari pesanti,Tui -10%

martedì 10 agosto 2010 16:38
 

                             indici              chiusura 
                          alle 16,30    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.796,29    -1,10%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.060,67    -0,99%    1.045,76 
Stoxx banche             226,08    -1,30%      221,27 
Stoxx oil&gas            304,20    -1,67%      330,54 
Stoxx tech               193,54    -0,97%      184,35 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 10 agosto (Reuters) - Le piazze europee confermano
le perdite della mattinata dopo l'apertura negativa di Wall
Street, con gli investitori in attesa di eventuali mosse di
alleggerimento monetario dal Fomc della Federal Reserve.
 A fare pressione sull'azionario europeo sono soprattutto i
minerari  in calo del 2,5%, che scontano la caduta del
prezzo dei metalli a fronte del rialzo del dollaro. Unico in
positivo è l'indice del settore salute  in rialzo 0,7%.
 Attorno alle 16,30 l'indice europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 è in ribasso dell'1,1%. L'indice Ftse 100 britannico
.FTSE cede lo 0,65%, il Dax tedesco .GDAXI l'1,22% e il Cac
40 francese .FCHI l'1,28%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * Tra le minerarie ANGLO AMERICAN (AAL.L: Quotazione), KAZAKHMYS
(KAZ.L: Quotazione), RIO TINTO (RIO.L: Quotazione), ANTOFAGASTA (ANTO.L: Quotazione) e XSTRATA
XTA.L mettono a segno ribassi compresi tra l'1,7% e il 3%.
  * NORSK HYDRO (NHY.OL: Quotazione) perde oltre il 3% dopo l'annuncio di
un blocco dell'impianto Qatalum, dovuto a un calo di tensione,
che provocherà un ritardo di svariati mesi rispetto al previsto
per l'avvio completo dell'impianto per la produzione di
alluminio.
 * La casa farmaceutica ELAN ELN.I sale dello 0,5% dopo un
balzo di quasi il 4% all'annuncio di un programma per la
ristrutturazione del proprio debito e la sospensione del
programma di scorporo della divisione delivery. Tra le altre
farmaceutiche GLAXOSMITHKLINE (GSK.L: Quotazione), NOVARTIS NOVN.VX, SHIRE
(SHP.L: Quotazione) e AZTRANECA (AZN.L: Quotazione) avanzano tra l'1,2% e il 2%.
 * GDF Suez GSZ.PA cede l'1,5% dopo aver trovato con
International Power IPR.L, giù del 2,2%, un accordo che
porterà alla creazione del primo produttore indipendente al
mondo di energia. Della nuova entità, chiamata New International
Power, Gdf-Suez possiederà il 70%, mentre agli attuali azionisti
di International Power resterà in mano il 30%, più un dividendo
straordinario di 92 pence per azione, per un valore complessivo
di 1,4 miliardi di sterline.
 * ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) cede oltre il 3,5% dopo che
Credit Suisse ha tagliato il giudizio sulla banca britannica in
parte nazionalizzata a "neutral" da "outperform".
 * TUI TRAVEL TT.L, leader europea nel turismo di massa,
crolla del 10% al suo minimo a 20 mesi dopo aver rivisto al
ribasso le previsioni 2010, dicendo che saranno inferiori alle
attese di mercato. Di riflesso la concorrente THOMAS COOK GROUP
(TCG.L: Quotazione) perde quasi il 7%.