BORSE EUROPA - Indici in calo dopo occupati Usa, Natixis brilla

venerdì 6 agosto 2010 16:23
 

                             indici              chiusura 
                           alle 16,10    var.        2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.800,33    -0,67%    2.966,24
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.063,40    -0,48%    1.045,76
Stoxx banche             227,71    -0,30%      221,27
Stoxx oil&gas            306,11    -0,13%      330,54
Stoxx tech               194,45    -0,51%      184,35
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 6 agosto (Reuters) - Le piazze europee hanno girato
in negativo dopo il dato sull'occupazione Usa peggiore delle
attese e ora muovono in ribasso di circa mezzo punto
percentuale.
 Lo scorso mese negli Stati Uniti sono andati persi 131.000
posti di lavoro, il doppio delle stime degli economisti. Anche
il dato di giugno è rivisto pesantemente al ribasso: -221.000
posti, dal preliminare di -125.000 unità.
Prima dei dati gli indici europei viaggiavano in territorio
positivo, sulla scia delle buone trimestrali di alcuni istituti,
tra cui Royal bank of Scotland (RBS.L: Quotazione).
 "E' la reazione istintiva a un dato peggiore delle attese"
spiega Jeremy Batstone-Carr, capo dell'area ricerche di Charles
Stanley. "L'economia Usa non può sfuggire alle pressioni create
dal collasso del credito e al suo impatto sulla psicologia degli
investitori".
 Intorno alle 16,10 l'indice Europeo FTSEurofirst 300
.FTEU3 cede lo 0,67%. Sui singoli mercati il Ftse 100
britannico .FTSE guadagna lo 0,11%, mentre il Dax tedesco
.GDAXI cede lo 0,38% e il Cac 40 francese .FCHI scende dello
0,54%
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * ROYAL BANK OF SCOTLAND (RBS.L: Quotazione) in rialzo (+0,3%), ma ben
sotto i massimi, dopo i risultati. L'utile operativo del secondo
trimestre è salito a 869 milioni, mentre le svalutazioni sono
scese a 2,49 miliardi. L'istituto ha confermato la vendita della
quota di maggioranza in WorldPay per 3 miliardi di dollari.
 * ALLIANZ (ALVG.DE: Quotazione) sale dello 0,7% dopo che la trimestrale
ha evidenziato un utile operativo sopra le attese.
 * DEXIA (DEXI.BR: Quotazione) cede il 4,6% dopo che i risultati hanno
evidenzia un utile pre-tasse e ricavi sotto le attese nel
secondo trimestre.
 * NATIXIS (CNAT.PA: Quotazione) guadagna il 3,1% dopo aver presentato
ieri, a borse chiuse, risultati migliori delle attese. La banca
ha detto inoltre di essere pronta a creare una partnership con
Pioneer, controllata di Unicredit (CRDI.MI: Quotazione).
 * OLD MUTUAL (OML.L: Quotazione) si mantiene positiva (+0,8%) dopo i
risultati e dopo l'annuncio di aver venduto la propria divisione
assicurativa americana per 350 milioni di dollari.
 * COMMERZBANK (CBKG.DE: Quotazione) sale di quasi il 2% dopo che Credit
Suisse ha alzato il target price e mantenuto il rating
outperform, sulla scia dei buoni dati trimestrali di ieri.
 * La società attiva nell'agrochimico SYGENTA SYNN.VX
guadagna oltre il 4%  sulla scia della decisione della Russia di
bloccare le esportazioni di grano e della conseguente salita dei
prezzi del grano.
 * Per lo stesso motivo invece perdono terreno i produttori
di birra e di alimenti in generale. 
 * VEOLIA (VIE.PA: Quotazione) arretra dell'1,4%. La società di
smaltimento rifiuti e servizi idrici ha chiuso il primo semestre
con l'utile netto su del 70% su anno, confermando i target 2010.
 * RIO TINTO (RIO.L: Quotazione) (RIO.AX: Quotazione) sale dello 0,8%, dopo la
presentazione di ieri della sua trimestrale. Exane Paribas ha
promosso il titolo a "outperform".
 * La società chimica tedesca Lanxess (LXSG.DE: Quotazione) balza del
3,5%. La società ha alzato l'outlook sull'anno, dopo i solidi
risultati del secondo trimestre.