BORSE EUROPA - Indici migliorano dopo apertura Usa

mercoledì 4 agosto 2010 16:30
 

                             indici               chiusura 
                           alle 10,00    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.824,55    +0,20%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.070,60    -0,02%    1.045,76 
Stoxx banche             229,52    -0,43%      221,27 
Stoxx oil&gas            307,78    +0,74%      330,54 
Stoxx tech               195,34    -0,24%      184,35 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 4 agosto  (Reuters) - Le borse europee recuperano
parte delle perdite della mattinata, sulla scia dell'apertura al
rialzo di Wall Street, aiutate dai dati sull'occupazione nel
settore privato Usa e da quello sull'attività nel comparto dei
servizi.
 Resta comunque una buona dose di cautela sull'azionario, con
una propensione al rischio che risulta frenata e vendite che
colpiscono alcuni settori protagonisti ieri di un forte rally,
come quello tessile e, in parte, quello bancario.
 Attorno alle 16,15 ora italiana l'indice europeo
FTSEurofirst 300 .FTEU3 risulta sostanzialmente piatto.
L'indice Ftse 100 britannico .FTSE sale dello 0,14%, il Dax
tedesco .GDAXI guadagna lo 0,79%, il Cac 40 francese .FCHI
lo 0,67%.
 
 Tra i titoli in evidenza:
 * EDF (EDF.PA: Quotazione) balza del 5,2% all'indomani sulla notizia che
il governo francese pensa di aumentare le tariffe elettriche più
di quanto il mercato avesse anticipato.
 * Sul fronte opposto NEXT (NXT.L: Quotazione), secondo retailer di
abbigliamento del Regno Unito, cede circa il 7,6%, dopo aver
annunciato un marcato rallentamento della spesa dei consumatori
negli ultimi mesi, con le vendite dei negozi aperti da almeno un
anno e mezzo scese dell'1,5% e prospettive poco confortanti per
il secondo semestre. Il comparto della grande distribuzione è
tra i peggiori con un calo dello 0,5%.
 * SWATCH UHR.VX, il più grande produttore mondiale di
orologi, sale di oltre il 4%, trascinato dai dati delle vendite
del primo semestre, chiusosi a livelli superiori a quelli
registrati nel 2008.
 * Resra in flessione BRITISH LAND (BLND.L: Quotazione), la più grande
società immobiliare del Regno Unito. Il titolo cede il 2,7%, a
seguito della riduzione del valore netto degli asset societari
nel primo trimestre, cui si aggiungono i timori di una
restrizione del credito per i mutui sull'immobiliare da parte
delle banche.
  * SOCIETE' GENERALE (SOGN.PA: Quotazione) sale ora dell'1% dopo
un'apertura in rialzo di 3 punti percentuali. L'istituto
francese ha chiuso il secondo trimestre in maniera migliore
delle attese, mettendo a segno un utile netto di 1,08 miliardi
di euro dai 309 milioni registrati nello stesso periodo dello
scorso anno, ma mantiene una visione poco ottimistica sulla
consistenza della ripresa economica.
 * Tra le altre banche vediamo: HSBC (HSBA.L: Quotazione) che cede lo
0,05%, SANTANDER (SAN.MC: Quotazione) -0,01%, DEUTSCHE BANK BDKGn.DE -0,6%.