BORSE EUROPA - Indici in calo, focus su Pil americano

venerdì 30 luglio 2010 10:25
 

                             indici              chiusura 
                           alle 10,10    var.         2009 
---------------------------------------------------------------
EuroStoxx50 .STOXX50E       2.742,75    -0,37%    2.966,24 
FTSEurofirst300 .FTEU3      1.045,12    -0,15%    1.045,76 
Stoxx banche             223,14    -0,29%      221,27 
Stoxx oil&gas            295,78    -0,19%      330,54 
Stoxx tech               193,03    -0,13%      184,35 
----------------------------------------------------------------
 LONDRA, 30 luglio (Reuters) - Gli indici delle principali
piazze europee muovono tutti in territorio negativo.  Gli occhi
degli investitori sono puntati sul dato del Pil americano, che
verrà diffuso alle 14.30 ora italiana, mentre continuano a
pesare le dichiarazioni poco ottimistiche  del presidente della
Federal Reserve di Saint Louise James Bullard. Il funzionario
ieri si è detto preoccupato che gli Stati Uniti possano cadere
in un "pantano" simile a quello giapponese, con investimenti e
prezzi in calo. 
 "Lo scetticismo sulla solidità della ripresa americana
rimane e il focus di oggi sarà il dato del Pil statunitense del
secondo trimestre, che arriva in chiusura di settimana" ha detto
Ben Potter, analista di IG Markets. "Sul mercato vedo uno
scontro tra dati macroeconomici e risultati trimestrali migliori
delle attese" ha aggiunto  Koen De Leus, economista di KBG
Securities.
 Alle 10.10 l'indice europeo FTSEurofirst 300 .FTEU3 cedelo
0,15% . L'indice Ftse 100 britannico .FTSE perde lo 0,42%, il
Dax tedesco .GDAXI lo 0,21% e il Cac 40 francese .FCHI lo
0,2%
     Tra i titoli in evidenza:
 * L'utility francese EDF (EDF.PA: Quotazione) guadagna il 2% dopo
l'annuncio dei riusultati del secondo semestre, migliori delle
attese.  Edf ha mantenuto la guidance per l'anno in corso e ha
confermato la vendita della propria rete britannica per 5,8
miliardi di sterline (9,1 miliardi di dollari) a una società
controllata da Li Ka-shing. 
 *ALCATEL LUCENT ALUA.PA, produttore di componenti per la
telefonia, guadagna oltre il 5%. Nonostante un rallentamento
delle vendite registrato nel secondo trimestre, il gruppo ha
confermato i propri obiettivi per il 2010. A trascinare il
titolo in rialzo, anche l'annuncio dell'operatore telefonico
AT&T (T.N: Quotazione), che inserito il gruppo tra i fornitori chiave per le
proprie reti.
* La banca austriaca ERSTE GROUP (ERST.VI: Quotazione), attiva in molti
paesi europei emergenti, cede il 2,6% dopo aver  archiviato il
secondo trimestre con risultati sotto le attese, a causa delle
sofferenze superiori a quanto previsto e della tassa sulle
banche introdotta in Ungheria.  
 * BRITISH AIRWAYS BAY.L guadagna oltre il 2% dopo  la
diffusione di una trimestrale su cui hanno pesato gli effetti
della nube vulcanica islandese, che ha fatto ampliare le perdite
del 10,8% e ridurre i ricavi del 2,3%. Nonostante questo però la
compagnia aerea ha registrato un aumento dei ricavi
passeggero/miglia, ha tenuto invariati i costi e ha mantenuto
inalterato l'obiettivo break-even per il 2010.
 Il produttore di turbine GAMESA  (GAM.MC: Quotazione) cede oltre l'8%,
dopo aver chiuso il semestre con risultati poco solidi.  Il
gruppo ha peggiorato le previsioni per le vendite nel 2010 e nel
2011, cosa che ha indotto diversi broker a tagliare i target del
titolo spagnolo.
*Il produttore tedesco di componenti per auto CONTINENTAL
(CONG.DE: Quotazione) guadagna oltre l'1%, dopo aver messo a segno un
trimestre convincente, che ha portato il gruppo a confermare la
prevsione dell'aumento delle vendite per il 2010.
 *BAKAERT (BEKB.BR: Quotazione), produttore belga di cavi di acciaio,
sale di oltre il 7%. Il gruppo ha chiuso il semestre con utili
superiori alle attese degli analisti, grazie al traino degli
ordini nei mercati emergenti.